Dettagli ricetta

Preparazione

23 ore e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Coppiette romane

Tipiche della zona dei Castelli, le coppiette romane sono lunghe strisce di carne di maiale, che si ottengono da tagli magri come il filetto. Condite con peperoncino, semi di finocchio, coriandolo, sale e pepe, vengono lasciate a marinare e poi a essiccare appese su assi di legno.

Un tempo le coppiette romane erano realizzate con la carne di asino o di cavallo. La scelta ricadeva su questo tipo di animali perché erano molto comuni nelle fattorie laziali. Era un piatto tradizionalmente consumato dai pastori che avevano bisogno di provviste che non si consumassero in breve tempo e che li accompagnassero durante i pascoli. Nelle famose fraschette romane, le potete ritrovare accompagnate da vino e altri salumi tipici della zona.

L’essiccazione delle coppiette romane dura circa 2 mesi in un ambiente controllato alla temperatura di circa 40 gradi. Al termine vengono utilizzati gli aromi e le spezie per donare quel gusto particolare alla carne. I più utilizzati sono peperoncino, aglio, finocchietto, ma possono essere aggiunti anche anice stellato o vino bianco e rosso. Subito dopo vengono messe in frigorifero per qualche ora e sono pronte per la vendita.

Secondo la tradizione, le coppiette devono essere molto piccanti, ma allo stesso tempo devono avere una consistenza dura. Insomma, il vero segreto del loro gusto sta nell’essiccazione.

Quando preparare questa ricetta?

Le coppiette romane sono un piatto ideale per un pranzo con gli amici a base di specialità tipiche romane.

Preparazione

  1. Prendete il pezzo di carne, tagliatelo a fette sottili e lunghe, più o meno di 15/20 centimetri.

  2. Con l’aiuto di un mortaio pestate tutte le spezie e gli aromi: sale, peperoncino, coriandolo e finocchietto. Fate aromatizzare la carne e mettete in frigorifero per circa 5 ore.

  3. Appendete le coppiette con dei ganci in un ambiente secco. In alternativa, possono essere anche poste vicino ad un camino facendole affumicare per 2/3 giorni. Ricordate: possono essere conservate anche per qualche mese in un luogo asciutto. Quindi, partite prima in base a quando volete mangiarle.

Curiosità e consigli

  • In abbinamento alle coppiette vengono serviti lupini, olive e buon vino come il Sangiovese.
  • Le coppiette possono essere condite anche con paprika o foglie di rosmarino.
  • La lunghezza delle coppiette può variare a seconda della zona. Ad esempio, a Bassano Romano, in provincia di Viterbo, superano i 30 centimetri.