Dettagli ricetta

Preparazione

2 ore e 30 minuti

Difficoltà

Cottura

50 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Scarcelle pugliesi

Le scarcelle pugliesi sono un dolce tipico del periodo Pasquale: una ciambella soffice e gustosa ricoperta di glassa e confetti colorati. Le scarcelle possono essere realizzate di diverse forme: a campanella, a forma di panino intrecciato, a forma di colomba. Spesso vengono inserite all’interno dell’impasto una o più uova sode come simbolo di fertilità.

Il termine scarcella viene declinato in differenti espressioni a seconda della zona: scariella, corrucolo, scarcedda. Ad esempio a Matera vengono chiamate pannaredde, in Salento vengono chiamate Puddrhiche.

Originarie della provincia di Foggia, le scarcelle pugliesi sono diffuse in tutto il Sud Italia. Solitamente queste ciambelle sono ricoperte con glassa bianca, uova e codette colorate, ma la decorazione può essere lasciata alla fantasia dello chef che le prepara.

Altro dolce tipico del periodo Pasquale e del Centro-Sud Italia è la pizza di Pasqua dolce. Vi riproponiamo la nostra ricetta:

Pizza di Pasqua dolce

Quando preparare questa ricetta?

Le scarcelle pugliesi sono un dolce perfetto per festeggiare la Pasqua in famiglia.

Preparazione

  1. Cominciate a preparare su una spianatoia farina, zucchero e lievito.

  2. Disposti a fontana, aggiungete le uova e la scorza di limone.

  3. Aggiungete olio e latte. Mescolate energicamente con le mani per formare l’impasto, che dovrà risultare liscio ed omogeneo.

  4. Mettete a riposare l’impasto in una ciotola coperta con un panno per almeno 30 minuti.

  5. Mettete le uova a bollire in acqua per renderle sode e fatele raffreddare. Vi serviranno per la decorazione.

  6. Potete lavorare l’impasto come desiderate, in base alla forma che volete dare alla scarcella.

  7. Dividete l’impasto in piccoli pezzi. Stendeteli e intrecciateli tra loro unendo le estremità per formare una ciambella e dare lo spazio per inserire al centro l’uovo sodo.

  8. Cuocete in forno a 180° per 45-50 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare.

  9. In una ciotola mescolate zucchero a velo, succo di limone e acqua. Realizzate la glassa e spennellatela sulle scarcelle.

  10. Decorate con codette colorate e lasciate riposare per una mezz’ora.

Varianti

scarcelle pugliesi Bimby

Le scarcelle pugliesi possono essere realizzate nel Bimby. Inserite nel boccale zucchero e scorza di limone, facendo tritare a massima velocità per 5 secondi.

Aggiungete farina, uova, olio, lievito e latte: fate mescolare per 5 minuti Vel.3

Mettete a riposare l’impasto ottenuto e nel frattempo pulite il boccale per preparare la glassa.

Inserite nel boccale zucchero, qualche goccia di limone e acqua: 30 secondi Vel.6

Lavorate l’impasto, date forma alle scarcelle, cuocete tutto in forno, fate raffreddare e  decorate con glassa e codette.

Curiosità e consigli

  • Se amate il disegno, potreste disegnare le uova incastonate nell’impasto per rendere le vostre scarcelle un regalo per amici e parenti.
  • Pare che l’origine delle scarcelle fosse salata.
  • A Bari le suocere usavano regalare le scarcelle alle future nuore.
  • Potete decidere anche di farcire la scarcella con marmellata o crema pasticcera per renderla ancora più goduriosa.