Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Gnocchi al Castelmagno

Gli gnocchi al Castelmagno sono una ricetta nata dalla creatività del giornalista e gastronomo Luigi Veronelli. Si tratta di un primo piatto a base di gnocchi di patata conditi con formaggio Castelmagno e altri prodotti caseari. Il Castelmagno è un formaggio dop, un erborinato a pasta dura che viene prodotto nell’omonimo comune e in alcuni territori limitrofi, come Pradleves e Monterosso Grana. Ma come accade sempre per il formaggio, un po’ di calore e qualche aiutino, possono trasformarlo in una deliziosa crema.

È quello che infatti accade con gli gnocchi al Castelmagno: in pratica, oltre a far bollire quasi completamente gli gnocchi in acqua salata, si prepara in padella una crema a base di cubetti di Castelmagno che vengono sciolti, grazie a un calore a fuoco lento, lentissimo, insieme a un po’ di burro e a del latte. Dopo che gli gnocchi sono stati scolati, la loro cottura continua insieme alla crema.

Come accade per tutti i piatti in cui il formaggio viene sciolto in qualche modo, anche per gli gnocchi al Castelmagno non si dovrebbe consumare acqua durante il pasto, o renderebbe difficile la digestione. Meglio una birra artigianale o un bicchiere di vino bianco se si è adulti, un bicchiere di latte se si è bambini, anche se può apparire poco ortodosso.

Quando preparare questa ricetta?

Gli gnocchi al Castelmagno sono un primo piatto che può essere consumato a pranzo oppure a cena.

Preparazione

  1. Tagliate il Castelmagno a cubetti.

  2. Con il fornello a fuoco basso, fate sciogliere il burro, i cubetti di Castelmagno e amalgamate con il latte finché non si forma una cremina.

  3. Fate bollire gli gnocchi in abbondante acqua salata. Scolateli delicatamente quando i primi vengono a galla, quando cioè non sono ancora completamente cotti.

  4. Versate gli gnocchi scolati nella padella e continuate la cottura nell’insieme per un paio di minuti. Servite caldi.

Varianti

Gnocchi al Castelmagno e noci

In questa variante, si tritano una decina di gherigli di noci e si aggiungono al piatto quando impiattate gli gnocchi.

Curiosità e consigli

  • Se ci sono bambini piccoli a tavola, potete usare in alternativa le chicche, che sono più piccole degli gnocchi.
  • Potete aggiungere delle spezie a piacimento: le più indicate pepe e noce moscata.