Dettagli ricetta

Preparazione

20 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Agretti in padella

Gli agretti in padella rappresentano un contorno a secondi piatti di carne, pesce, ma anche secondi vegetariani o vegan. Si tratta a propria volta di un piatto vegan all’origine e, se piace, può diventare anche un primo leggero.

Questo è il punto: non a tutti piacciono gli agretti, qualcuno li considera quasi inconsistenti, poco soddisfacenti, ma con la cottura e il condimento giusto forse si può iniziare a sfatare qualche pregiudizio di troppo in cucina.

L’ingrediente principale degli agretti in padella sono appunto gli agretti. Si tratta di una coltura tipica del Mediterraneo, in particolare delle zone costiere: non a caso, molto spesso, quando li portate in casa, noterete che vanno lavati ben bene per eliminare addirittura residui di sabbia.

Hanno nomi diversi, come barba di frate, barba del Negus, salsola soda. Poi ci sono anche i nomi regionali: lischi o liscari in Romagna, rospici, roscani o arescani nelle Marche, riscoli in Umbria.

Gli agretti in padella sono una ricetta semplice e veloce, con un condimento saporito ed essenziale, a base di aglio, olio di oliva e peperoncino, oltre che naturalmente il sale. Possono essere accompagnati da un vino bianco fresco e leggero, che inoltre può essere usato per sfumare leggermente a fine cottura.

Quando preparare questa ricetta?

Gli agretti in padella sono un contorno perfetto per molti secondi piatti e si possono consumare a pranzo e cena.

Preparazione

  1. Pulite gli agretti eliminando la parte bianca e lavateli bene.

  2. Bollite gli agretti per qualche minuto in una pentola con acqua salata.

  3. Mettete in una padella con un fondo d’olio il peperoncino secondo le vostre preferenze e fate imbiondire l’aglio tagliato a fettine sottili.

  4. Fate saltare per qualche minuto gli agretti nella padella e nel caso aggiustate di sale. Serviteli caldi.

Varianti

Agretti al vapore

In questa variante, gli agretti si cuociono direttamente nella pentola a vapore (quella con due scomparti, uno per l’acqua e uno coi buchi per gli ingredienti), dopo averli puliti e lavati. Si condiscono con olio, sale, pepe e limone.

Agretti bolliti

In questa variante, gli agretti si bollono soltanto senza fare il secondo passaggio in padella. La cottura va fermata dopo averli scolati con acqua fredda. Gli agretti si condiscono quindi con olio, aglio, sale e peperoncino.

Curiosità e consigli

  • Le parti bianche degli agretti vanno sempre eliminate, perché hanno un sapore aspro.
  • Il piatto è usato solitamente come contorno, ma è anche un ottimo primo piatto leggero.