logo
Ricetta: Puntarelle alla romana

Puntarelle alla romana

Puntarelle alla romana

Dettagli ricetta

Preparazione

2 ore e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

0 minuti

Costo

Dosi

4 persone

Stagioni

Ingredienti

Puntarelle alla romana

Le puntarelle alla romana sono un contorno primaverile tipico della cucina romana, sono diffuse in tutto il Lazio e in alcune zone della Campania e sono uno dei piatti che annunciano l’inizio della bella stagione. Per realizzare questo piatto occorrono delle ottime puntarelle, che sono germogli più teneri della cicoria catalogna.

La cicoria va scelta con estrema cura, perché se non è fresca si va a vanificare ogni sforzo. Come tutte le ricette in cui si utilizzano pochi ingredienti, è essenziale che questi siano di ottima qualità.

Quando preparare questa ricetta?

Le puntarelle alla romana si preparano in primavera, appena sui banchi del mercato iniziano a comparire i primi mazzi di cicoria catalogna. È un’insalata saporita che si può servire come contorno o antipasto, potete anche abbinarla a dei formaggi e servirla come piatto unico insieme a del pane tostato.

Preparazione

  1. 1.

    Lavate la cicoria catalogna sotto l’acqua corrente e tagliatela a metà con un coltello ben affilato. Separate i germogli interni dalle foglie esterne più dure e tenete da parte queste ultime, che potete utilizzare per altre preparazioni.

  2. 2.

    Prendete i germogli e incideteli con un coltellino ben affilato, eliminate le parti coriacee e tagliate le puntarelle longitudinalmente a striscioline molto sottili.

  3. 3.

    Riempite una boule con acqua e ghiaccio e immergete le puntarelle, mescolate e fate riposare per un’oretta. Questo passaggio non è obbligatorio, ma vi permetterà vi avere delle puntarelle croccanti e arricciate e con un sapore un po’ meno intenso e amaro.

  4. 4.

    In una ciotolina mettete 4 – 5 cucchiai di olio extravergine di oliva, un pochino di aceto di vino bianco, il sale, il pepe nero, uno spicchio di aglio finemente tritato e i filetti di acciuga, emulsionate tutti gli ingredienti fino ad avere una salsina omogenea. Le acciughe si devono sciogliere completamente.

  5. 5.

    Scolate le puntarelle, tamponatele con un canovaccio e poi mettetele in una ciotola e conditele con la salsa di alici. Servite subito.

Varianti

Puntarelle alla romana con il Bimby

Le puntarelle alla romana si possono fare anche con il Bimby: la parte manuale di pulizia della cicoria catalogna resta invariata, ma con il Bimby è possibile preparare l’emulsione alle acciughe. Prendete il vostro Bimby e nel boccale mettete lo spicchio d’aglio, tritatelo per 3 secondi a velocità 6. Aggiungete i filetti di acciuga, l’olio extravergine di oliva, l’aceto di vino bianco, il sale e il pepe e frullate tutto per 10 secondi a velocità 6, poi ripetete questa operazione un’altra volta in modo da avere un’emulsione liscia e perfetta.

Curiosità e consigli

  • L’insalata di puntarelle alla romana si può anche saltare in padella per qualche minuto, in questo caso si tratta di una versione cotta, meno famosa, ma comunque molto buona.
  • La cicoria catalogna è molto buona e la parte che resta dopo aver fatto le puntarelle alla romana, è commestibile e saporita: non si utilizza cruda perché è un po’ dura. La cicoria rimasta la potete saltare in padella e servire come contorno oppure usarla per condire la pasta.
  • Le puntarelle sono buone servite sul momento: se avete i tempi stretti le potete pulire, poi le avvolgete in un canovaccio e le conservate in frigorifero.