diredonna network
logo
Ricetta: Baccalà fritto alla romana

Faraona ripiena

Spezzatino di cinghiale in umido

Tortino di alici

Tranci di salmone al forno

Melanzane in agrodolce

Castagne lesse

Gnocchi alla parigina

Brasato di manzo

Panforte

Panettone farcito

Baccalà fritto alla romana

Dettagli ricetta

Preparazione

10 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Baccalà fritto alla romana

Il baccalà fritto alla romana è piatto goloso che viene preparato più che altro sotto il periodo natalizio esattamente come accade per il baccalà in umido. Insieme al fritto misto non può mai mancare sulla tavola della vigilia di Natale.

Ovviamente a Roma e provincia è molto facile da trovare in tutti i periodi dell’anno quindi quando se ne ha voglia è sempre pronto per essere gustato. Prepararlo è semplice, ma come ogni ricetta anche questa ha bisogno delle sue accortezze.

Quando preparare questa ricetta?

Il baccalà fritto alla romana si prepara sotto il periodo natalizio ed esattamente per la cena della Vigilia, anche se è ottimo in qualsiasi periodo dell’anno.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa immergere il baccalà per 24/48 ore in acqua in modo da dissalarlo, ricordando di cambiare l’acqua ogni 7-8 ore al massimo. Pulire il baccalà e lavarlo sotto l’acqua, scolarlo per bene e tagliarlo a strisce larghe circa 2 cm.

  2. 2.

    Metterlo a riposare in un colino in modo che perda l’acqua in eccesso. Ora preparare la pastella mescolando in una ciotola la farina e tanta acqua quanto basta ad ottenere un composto liscio nè troppo liquido, nè troppo morbido.

  3. 3.

    A questo punto far scaldare l’olio in una padella dai bordi alti e prendere i filetti di baccalà. Passarli nella pastella e girarli continuamente in modo che impregnino alla perfezione di pastella. Tuffarli in padella e lasciarli friggere per circa 10 minuti rigirandoli spesso.

  4. 4.

    Scolarli sulla carta assorbente e servire il baccalà fritto alla romana.

Varianti

Baccalà fritto al pomodoro

Il baccalà fritto al pomodoro è un secondo piatto molto gustoso che si prepara esattamente come la ricetta originale che vi ho indicato sopra, ma poi viene servito su un letto di salsa di pomodoro.

Baccalà fritto alla genovese

Per preparare il baccalà fritto alla genovese basterà preparare la pastella con la farina, l’uovo, l’acqua fredda e un cucchiaio di olio extravergine d’oliva. Una volta che la pastella è stata ben amalgamata si immergono i filetti di baccalà e si fanno friggere in olio ben caldo. Farli cuocere, dopodiché farli scolare su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso e servire.

Baccalà fritto alla napoletana

Per preparare il baccalà fritto alla napoletana è necessario tagliare a pezzi il baccalà e infarinarlo abbondantemente. Quindi friggerlo in abbondante olio bollente fino a che sia ben dorato. Servire il baccalà con spicchi di limone.

Curiosità e consigli

  • La frittura del baccalà deve risultare ben leggera, pertanto alla pastella non deve essere aggiunto del lievito. 
  • La pastella va preparata e utilizzata al momento senza che si lasci riposare. 
  • Per non rovinare il sapore finale della pietanza è necessario utilizzare solo acqua minerale per la preparazione della pastella. 
  • Si consiglia di servire il baccalà fritto alla romana ben caldo.