logo
Ricetta: Cannolicchi gratinati al forno

Cannolicchi gratinati al forno

Cannolicchi gratinati

Dettagli ricetta

Preparazione

3 ore e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

4 persone

Stagioni

Ingredienti

Cannolicchi gratinati al forno

I cannolicchi gratinati al forno sono un piatto prelibato e buonissimo che potete servire come antipasto o come secondo piatto. Sono raffinati e deliziosi e si possono inserire in ogni menù a base di pesce. I cannolicchi sono dei molluschi bivalve che vivono infossati nella sabbia, vengono chiamati anche cappelunghe o cappelonghe, e si possono acquistare sia freschi che surgelati.

I cannolicchi freschi costano tra i 15 e i 30 euro al chilo, quelli surgelati tra gli 8 e i 10 euro al chilo: sono molto buoni in entrambi i casi, il fresco è generalmente più saporito ma solo se lo acquistate di giornata. Dato che i cannolicchi vivono nella sabbia, vanno fatti spurgare per qualche ora e poi puliti con cura in modo da non sentire la sabbia sotto i denti, che è davvero molto fastidiosa.

Scopriamo insieme come preparare in casa dei buonissimi cannolicchi gratinati in padella!

Quando preparare questa ricetta?

I cannolicchi gratinati al forno si possono preparare in ogni periodo dell’anno, soprattutto se utilizzate quelli surgelati che sono sempre disponibili al supermercato.

Preparazione

  1. 1.

    I cannolicchi sono molluschi filtratori e, come tali, vanno fatti spurgare in acqua salata per almeno un paio di ore in modo che eliminino tutta la sabbia. Prendete una pentola e scaldate l’acqua per qualche minuto, oppure usate direttamente l’acqua calda del rubinetto, aggiungete un paio di cucchiai di sale e immergete i cannolicchi. Fate spurgare per un paio di ore, se avete la possibilità anche tre.

  2. 2.

    A questo punto i cannolicchi vanno puliti: lavateli bene sotto l’acqua corrente e poi fateli sgocciolare in uno scolapasta. Prendete i vostri cannolicchi e togliete una delle due valve, poi sollevate il piede del mollusco e individuate la sacca nera intestinale e sollevatela. Con delicatezza staccate questa sacca cercando di non far staccare il mollusco dalla valva. Sciacquate di nuovo i cannolicchi in modo da eliminare eventuali residui di sabbia.

  3. 3.

    Mettete i cannolicchi su una teglia allineandoli l’uno accanto all’altro. In una ciotolina mettete il pangrattato, l’aglio e il prezzemolo tritati sottilmente, sale, pepe e olio extravergine di oliva, unite qualche cucchiaio di vino bianco e impastate fino ad avere un composto umido ma sodo.

  4. 4.

    Disponete la panatura sui cannolicchi e cercate di fare in modo che non rimangano parti scoperte. Coprite la teglia con la carta stagnola e cuocete in forno caldo a 180°C per 10 minuti.

  5. 5.

    Togliete la carta stagnola e proseguite la cottura con qualche minuto con il grill.

Varianti

Cannolicchi gratinati in padella

I cannolicchi gratinati in padella sono una variante della ricetta classica. Li potete mettere in una padella antiaderente e cuocerli a fuoco basso e senza coperchio per circa 10 – 15 minuti. Consigliamo di passarli lo stesso sotto il grill in modo da avere la crosticina croccante.

Cannolicchi alla piastra

La ricetta dei cannolicchi alla piastra è semplicissima e molto veloce. Pulite i cannolicchi come da ricetta, poi metteteli su una piastra o una padella e cuoceteli per 2 minuti. Nel frattempo preparate un’emulsione con olio extravergine di oliva, prezzemolo tritato, sale, pepe e scorza di limone, versatela sui cannolicchi e cuocete per altri 6 – 8 minuti.

Curiosità e consigli

  • I cannolicchi vanno cotti per pochissimo tempo perché altrimenti diventano gommosi.
  • Se usate i cannolicchi surgelati non serve farli spurgare perché sono già puliti, dovete solo farli scongelare.