Dettagli ricetta

Preparazione

40 minuti

Difficoltà

Cottura

20 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Cremini fritti

I cremini fritti sono una specialità marchigiana, che però è diffusa anche in alcune zone dell’Abruzzo. Si tratta di palline di crema panate e fritte nell’olio di semi. Tuttavia queste palline sono fatte con una crema molto densa, che si ottiene aumentando la quantità di farina e diminuendo quella di latte rispetto alla crema pasticciera standard.

Questa ricetta viene preparata di solito per le feste, come Natale e Pasqua e ha un utilizzo passe-partout, nel senso che va bene sia come antipasto o come accompagnamento all’aperitivo, sia come secondo piatto o come contorno, ma anche come dessert a fine pasto. Di solito i cremini fritti vengono serviti insieme con le olive ascolane.

Si tratta di un piatto interessante, perché appunto non è troppo dolce e non è neppure salato. Anzi, che non vi venga in mente di aggiungerci del sale oppure, se lo fate per una questione di gusto personale o con il piglio della sperimentazione, aggiungetelo successivamente alla frittura, perché il sale rischia sempre di rovinarvi, sgranandola, qualunque panatura.

Per la loro natura, i cremini fritti piacciono a grandi e bambini, e anche per questo, oltre a ovvie ragioni legate alla tradizione culinaria delle feste, sono adattissimi per la tavola di Natale e Pasqua. Ma vanno benissimo anche per una cena speciale con amici e parenti, perché mettono allegria, danno colore e soprattutto sono molto gustosi.

Quando preparare questa ricetta?

I cremini fritti sono una ricetta tipica delle feste religiose nelle Marche: vengono usati come antipasto, come secondo piatto o come dessert indifferentemente.

Preparazione

  1. In una pentola, mescolare 3 uova, lo zucchero, 600 grammi di farina e il latte a filo. Badare che sia tutto amalgamato con meno grumi possibili e mettere sul fornello acceso.

  2. Cuocere la crema mescolando continuamente, per evitare che si formino i grumi.

  3. Stendere la crema come fosse un rettangolo di un impasto sulla carta forno. Quando è completamente fredda, tagliare a cubettoni.

  4. Dopo aver sbattuto lievemente le due uova in un piatto e mescolato in esse la farina rimanente, rivoltateci velocemente i cubetti di crema uno alla volta. Passateli successivamente nel pangrattato.

  5. Friggete in una padella con abbondante olio di semi, finché l’esterno dei cremini non diventa dorato. Scolate, adagiate sulla carta assorbente e servite.

Varianti

Cremini fritti Bimby

In questa variante, l’impasto dei cremini e la cottura avviene attraverso gli accessori Bimby.

Curiosità e consigli

  • Potete fare un doppio strato di pangrattato, uno prima di avvolgere i cremini nell’uovo e farina, e uno successivamente, se preferite una maggiore tenuta della panatura.
  • Secondo la tradizione, i cremini fritti si servono spesso insieme alle olive ascolane.