Pisarei e fasò

Ingredienti poveri per un piatto di origine contadina che è parte integrante della tradizione piacentina.

Dettagli ricetta

Preparazione

1 ora e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Pisarei e fasò

Pasta fresca, pomodoro, lardo e fagioli: i pisarei e fasò sono un piatto tipico della cucina piacentina. Di origine contadina, è una ricetta molto nutriente e gustosa che si racconta abbia origini antichissime. Nel Medioevo, infatti, i pellegrini in transito per Piacenza facevano sosta lungo la Via Francigena prima di arrivare a Roma presso i refettori dei frati che sfamavano i viaggiatori proprio con i pisarei.

Questi piccoli gnocchi di farina sono realizzati con farina e pangrattato, conditi con un sugo a base di pomodoro, fagioli, lardo e cipolla. Su iniziativa della Regione Emilia Romagna i pisarei e fasò sono stati riconosciuti a livello nazionale come uno dei prodotti agroalimentari tradizionali (P.A.T.) e gli è stato conferito il marchio De.Co. (Denominazione comunale di origine).

Anticamente il piatto veniva realizzato con il pane raffermo che veniva messo a cuocere in acqua. Oggi, per rendere la ricetta più veloce, si utilizza il pane grattugiato per realizzare l’impasto insieme a farina e acqua tiepida. Prezzemolo e salvia possono insaporire il piatto a seconda dei gusti.

La domenica a pranzo, di sicuro, non possono mancare. Una ricetta altrettanto particolare di pasta fresca è quella degli gnocchi al pane:

Gnocchi di pane

Quando preparare questa ricetta?

I pisarei e fasò rappresentano il piatto tipico del pranzo domenicale in famiglia, con un gusto unico, caldo e avvolgente.

Preparazione

  1. Su una spianatoia preparate l’impasto. Mescolate pangrattato e farina, aggiungendo pian piano l’acqua tiepida.

  2. Lavorate con le mani fino a quando non otterrete un impasto elastico e morbido. Da quest’ultimo staccate dei pezzi, arrotolateli finemente e tagliateli con un coltello. Dovrete dare la forma dei pisarei con le mani, schiacciando la pasta con il pollice.

  3. Lessate i fagioli. Prendete una pentola e fate rosolare olio e la cipolla. Aggiungete il lardo.

  4. Quando il tutto sarà ben rosolato, unite i fagioli e lasciateli insaporire a fuoco piuttosto lento dopo averli cosparsi di sale e pepe.

  5. Aggiungete la passata di pomodoro e continuate la cottura per almeno 15 minuti.

  6. È ora di cuocere i pisarei in abbondante acqua bollente. Quando verranno a galla, scolateli e versateli nel sugo. Cospargete con il parmigiano grattugiato e servite nei piatti.

Varianti

Pisarei e fasò Bimby

Il Bimby può arrivare in supporto della ricetta classica per accorciare i tempi di realizzazione dei pisarei e fasò. Per realizzare l’impasto degli gnocchetti, inserite all’interno del boccale l’acqua tiepida, sale, farina e pangrattato, tutto a 10 sec./vel. 5 e 2 min. velocità Spiga.

Una volta ottenuto l’impasto lavoratelo con le mani e ottenete i pisarei. Per la preparazione del sugo, invece, inserite il lardo, la cipolla e l’olio nel boccale per 5 minuti 100°, vel.2. Versate la passata di pomodoro e i fagioli e lasciate cuocere alla più bassa velocità per circa 15 minuti. Mettete da parte il sugo e tenetelo pronto in una zuppiera.

Per cuocere i pisarei, inserite l’acqua nel boccale e portate a bollore. Aggiungete il sale e cuocete i pisarei 8 min./100°/ vel. 1. 

Curiosità e consigli

  • Non dimenticate, prima di cominciare la preparazione del piatto, di mettere a bagno i fagioli per una intera notte.
  • Possono essere utilizzati sia fagioli borlotti che cannellini, a seconda dei gusti.
  • Il lardo può essere sostituito dalla pancetta.