Dettagli ricetta

Preparazione

50 minuti

Difficoltà

Cottura

20 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Risotto alla barbabietola

Il risotto alla barbabietola è uno di quei piatti colorati che mettono allegria a tavola e che affondano le loro radici nella cucina tradizionale italiana. Accade per via del colore della barbabietola, che tinge il riso in cottura, creando un aspetto davvero suggestivo, tanto più che a tavola anche l’occhio vuole la sua parte.

Se si è alle prime armi in cucina, è bene preparare questa ricetta provandola sul proprio palato: sebbene sia abbastanza semplice nella sua realizzazione, i tempi della cottura del riso possono risultare difficoltosi per qualcuno (soprattutto in base al tipo di riso), e quindi è meglio “allenarsi” un po’ prima di offrire questo piatto ad amici e parenti.

Questo tipo di risotto può rappresentare un piatto interamente vegan, ma nella sua variante con il gorgonzola diventa vegetariano. Può essere accompagnato da un bicchiere di vino bianco o rosato o una bevanda alcolica molto leggera, come un vodka lemon che preveda 1 parte di vodka e 4 o 5 di limonata.

Va servito caldo, affinché non si rapprenda.

Quando preparare questa ricetta?

Il risotto alla barbabietola è una ricetta leggera ma un po’ lunga per quanto riguarda la preparazione. Per questa ragione, va preparata per il pasto della giornata per il quale si ha più tempo. Non c’è necessariamente una stagione ottimale, dato che la barbabietola è disponibile tutto l’anno in versione conservata, ma se la si desidera fresca è meglio optare per estate e autunno.

Preparazione

  1. Quali attrezzi occorrono:

    • un tagliere;
    • un coltello mediamente affilato;
    • una pentola capiente;
    • un pentolino che possa bollire almeno 0,6-0,75 l di acqua;
    • un cucchiaio di legno.

    Il risotto si prepara sul fornello o su un piano a induzione. Non occorre forno.

  2. Riempire il pentolino con dell’acqua e far bollire lasciando sciogliere il dado da brodo.

  3. Tritare la cipolla e imbiondirla nella pentola con un fondo d’olio.

  4. Tostare lievemente il riso crudo all’interno del soffritto di cipolla.

  5. Tagliare a dadini, possibilmente piccoli, la barbabietola e versare il tutto in pentola.

  6. Aggiungere il brodo a piccole dosi mano a mano che il riso e la barbabietola si cuociono. Sul finale potete aumentare la dose, badando però di regolarvi sulla vostra preferenza: se preferite un risotto brodoso ci va più acqua, se lo preferite asciutto ma non troppo ci va meno acqua.

  7. Aggiustare di sale e di pepe.

Varianti

Risotto alla barbabietola e gorgonzola

Questa variante prevede che, nella fase finale della cottura, si possano aggiungere 200 grammi di gorgonzola, da lasciar sciogliere nel tutto, prima di aggiustare di sale e pepe.

Risotto alla barbabietola Bimby

Le fasi da affrontare sono molto simili sul fornello e sul Bimby. Con il Bimby però si può frullare la barbabietola con l’olio e poi condire successivamente il risotto, appena prima di servirlo.

Curiosità e consigli

  • Per quanto riguarda la scelta degli ingredienti, potete optare per un dado vegetale se preferite che la ricetta sia completamente vegan, altrimenti potete scegliere benissimo un dado di carne.
  • Il riso dovrebbe essere Roma o Carnaroli, oppure riportare sulla confezione la dicitura per risotti.
  • Se vi piace, potete aggiungere anche della polvere del peperoncino sul finale, o una spruzzata di vino bianco o vodka.