Dettagli ricetta

Preparazione

14 ore e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

20 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Gnummareddi

Gli gnummareddi sono involtini a base di interiora di agnello. Sono tipici della Basilicata, ma vengono preparati anche in Calabria e in Puglia. Ad esempio, a Foggia vengono chiamati torcinelli, mentre nell’entroterra calabrese sono chiamati mazzacorde.

Il termine gnummareddi risale al latino “glomus” che significa piccolo gomitolo, richiamando chiaramente la forma con la quale vengono preparati gli involtini. Si tratta di un piatto molto antico, che veniva preparato dai braccianti, con ingredienti poveri, le interiora degli animali.

Gli gnummareddi sono facili da preparare, anche se è consigliabile iniziare la preparazione almeno il giorno prima. Infatti, le interiora dovrebbero essere lasciate in acqua e sale almeno per 12 ore.

Questo piatto della tradizione vi stupirà: gli gnummareddi sono anche un ottimo cibo di strada, consumato da tutti in occasione di feste e sagre del territorio. Possono essere cucinati alla brace, alla griglia o anche al forno. In accompagnamento potete servirli insieme a patate, peperoni, melanzane, a seconda di come preferite.

Il piatto deve essere gustato ben caldo, può essere conservato in frigo non più di 2-3 giorni.

Un altro piatto tipico, se amate gli involtini di carne, sono le bombette pugliesi. Vi riproponiamo la nostra ricetta.

Bombette pugliesi

Quando preparare questa ricetta?

Gli gnummareddi sono un secondo piatto perfetto per un pranzo speciale in famiglia.

Preparazione

  1. Iniziate lavando accuratamente le interiora. Lasciatele in acqua e sale almeno per 12 ore. Scolatele, asciugatele con carta da cucina e tagliatele in piccoli pezzi.

  2. Lavate il budello di agnello e la retina. Poi prendete le interiora e insaporitele con sale, aglio, peperoncino, lardo, alloro. Mescolate con le mani.

  3. Tagliate la retina di agnello in tanti quadrati di circa 2cm ed all’interno inserite il composto preparato.

  4. Avvolgete tutto nel budello di agnello. Cuocete sulla brace, girandoli su entrambi i lati.

Varianti

Gnummareddi al forno

Gli gnummareddi possono essere cotti anche al forno. Le fasi della preparazione sono le stesse. Quando li avete avvolti nel budello, ponete i vostri gnummareddi in una teglia foderata con carta forno.

Fate cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per almeno 20 minuti. Fate sfumare a metà cottura con del vino rosso.

Curiosità e consigli

  • Potete servire gli gnummareddi su pane croccante.
  • Possono essere accompagnati da formaggi e caciotte.
  • Potete utilizzare anche le interiora del capretto.
  • Potete aggiungere al ripieno anche formaggio o pecorino grattugiato.
  • In Irpinia vengono realizzati con la trippa e le animelle.