Dettagli ricetta

Preparazione

50 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Jota triestina

La jota triestina è una ricetta della città di Trieste (e in generale del Friuli Venezia Giulia) ma anche di quella parte della Slovenia che confina con l’Italia. Si tratta di uno di quei cosiddetti piatti svuota-frigo, in cui si possono utilizzare avanzi di altre ricette e simili. Fondamentalmente è una zuppa a base di fagioli e crauti, che presenta diverse variazioni da ricetta a ricetta proprio perché ognuno poi ci aggiunge i propri avanzi secondo le proprie preferenze.

La jota triestina si può preparare quindi in diversi modi. C’è chi userà direttamente i fagioli borlotti in barattolo tra l’altro o i crauti già pronti, chi invece opterà per i fagioli secchi e il cavolo cappuccio da trasformare in crauti in casa (naturalmente prima di mettersi ai fornelli per preparare questa zuppa). C’è chi usa le patate all’interno della ricetta, anche nel caso in cui non servano per la cottura dei fagioli, ma per addensare, oppure anche chi ci butta dentro in cottura qualche salsiccia luganega.

Il fatto è che questo è un piatto a base di carne, non solo per la presenza del lardo e della pancetta, ma anche perché alcuni utilizzano la jota triestina come contorno a secondi piatti di carne. Ma va anche benissimo per essere sia un primo piatto che un piatto unico, dipende dalle vostre abitudini alimentari.

Quando preparare questa ricetta?

La jota triestina può essere un primo piatto, un piatto unico o un contorno alle carni da assaporare durante un pasto, sia a pranzo che a cena.

Preparazione

  1. In una padella con un fondo d’olio, il lardo e uno spicchio d’aglio schiacciato, fate rosolare i crauti finché non sono cotti e dorati.

  2. In un’altra padella con dell’olio, fate rosolare invece la pancetta, un altro spicchio d’aglio schiacciato, la cipolla tritata e la farina, mescolando tutto affinché non si attacchi. Poi versatevi i crauti.

  3. Aggiungete anche i fagioli, amalgamate e continuate a cuocere per una ventina di minuti, rimestando con un cucchiaio di legno di tanto in tanto. Aggiustate di sale e pepe e servite calda.

Varianti

Jota triestina Bimby

In questa variante, ingredienti e fasi restano gli stessi, ma tutto avviene con gli accessori Bimby.

Curiosità e consigli

  • In questa ricetta vi facciamo usare i fagioli borlotti in barattolo. Ma volendo potete usare quelli secchi, tenendoli a bagno in acqua dalla notte prima e poi cuocendoli in pignatta con cipolla, patata, carota, sedano e pomodoro.
  • La jota viene servita spesso con piatti di carne.