logo
Ricetta: Lingua salmistrata

Lingua salmistrata

Dettagli ricetta

Preparazione

0 minuti

Difficoltà

Cottura

2 ore e 0 minuti

Costo

Dosi

per 8 persone

Stagioni

Ingredienti

Lingua salmistrata

La lingua salmistrata è una ricetta tipica veneta, ma la tradizione di prepararla si è diffusa anche nelle regioni limitrofe. Si tratta di una preparazione che ha molti punti in comune con i salumi. Proprio come i salumi infatti viene consumata dopo averla tagliata a fettine sottili.

Può essere servita sia calda che a temperatura ambiente, o anche fredda in estate, e viene proposta sia come antipasto che come secondo piatto. La lingua salmistrata viene a volte utilizzata anche come ingrediente per altre ricette, come ad esempio nei risotti

Anticamente la sua preparazione veniva scelta per conservare la lingua di bovino il più a lungo possibile. Il termine salmistrata indica infatti il salnitro, altro nome dato al nitrato di potassio, un conservante utilizzato anche in altri salumi.

La lingua di bovino, considerata per alcuni semplicemente uno scarto, è in realtà utilizzata oltre che in questa ricetta anche nel tradizionale bollito misto, dove ha un ruolo da protagonista.

Per questa ricetta può essere scelta sia la lingua di vitello che la lingua di bovino. Si abbina bene con le patate, con gli spinaci, con la maionese e in genere con le salse. Secondo la tradizione mantovana, invece, va servita con la mostarda di frutta.

Quando preparare questa ricetta?

Preparate la lingua salmistrata per un pranzo estivo. Considerate che avete bisogno di 10 giorni per prepararla!

Preparazione

  1. 1.

    Dopo aver pulito accuratamente la lingua, dovete strofinarla con il salnitro e l’aglio. Questo passaggio è fondamentale per la riuscita della ricetta.

  2. 2.

    Posizionatela in una ciotola abbastanza capiente, aggiungete sale, pepe, bacche di ginepro, chiodi di garofano e alloro e strofinatela bene.

    Dovete abbondare con il sale.

  3. 3.

    Lasciate marinare la lingua per alcuni giorni in un luogo fresco, o nel frigorifero. Ogni tanto giratela e massaggiatela con il sale e gli aromi.

  4. 4.

    Trascorsi 5 giorni, aggiungete alla lingua un bicchiere di vino rosso fatto bollire velocemente con un bicchiere di acqua, una bacca di ginepro e qualche foglio di alloro.

    Lasciate in marinatura altri 5 giorni.

  5. 5.

    Terminato il tempo della marinatura, lavate la vostra lingua con cura sotto l’acqua corrente.

  6. 6.

    Mettete la lingua in una pentola capiente, copritela di acqua, aggiungete due carote e una gamba di sedano e portate a bollore. Cuocetela per almeno due ore.

  7. 7.

    Una volta cotta, spelatela e fatela raffreddare. Si serve fredda e tagliata sottile.

Varianti

Lingua salmistrata Bimby

Dopo aver tolto la lingua dalla marinatura, potete cuocerla nel Bimby. Per farlo, inserite nel boccale il cestello e riponetevi dentro la lingua.

Ricoprite con acqua, aggiungete sedano e carote e cuocete, antiorario, vel. 2 per 2 ore. Potete approfittare di questo tempo posizionando il Varoma e preparando delle verdure al vapore, da servire poi fredde con la lingua.

Curiosità e consigli

  • Potete utilizzare sia la lingua di manzo che di vitello.
  • Se non sapete dove trovare il salnitro, chiedete in macelleria o in farmacia.