Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

20 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Risotto al tastasal

Il risotto al tastasal è realizzato con un ingrediente molto particolare. Parliamo naturalmente del tastasal, che è un tipo di carne macinata di maiale molto morbida e davvero friabile: queste qualità candidano questo taglio di carne a essere molto versatile in cucina, anche e soprattutto con preparazioni come i risotti, in cui l’insieme deve soddisfare delle esigenze in termini di consistenza.

In altre parole, se il riso è morbido anche la carne lo deve essere, anche se questo non significa che in un risotto non possa entrare un elemento croccante visibile, come granella di frutta secca.

Per preparare il risotto al tastasal occorre prestare la stessa attenzione e cura che prestereste a qualunque altro tipo di risotto. In pratica: il tastasal viene rosolato con la cipolla nell’olio di oliva dopo aver tostato il riso, dopodiché si procede con la cottura e l’idratazione attraverso l’utilizzo del brodo, che può essere sia di carne che vegetale. Volendo, in alternativa, potete usare anche l’acqua, ma sicuramente vi servirà poi un po’ di sale nell’insieme, cosa che con il brodo raramente avviene.

Se siete adulti, potete accostare il risotto al tastasal con un buon vino rosso, magari quello che avete usato per sfumare la ricetta. L’ideale sarebbe utilizzare un vino prodotto nei dintorni di Verona con viti autoctone, tanto più che il tastasal è appunto un ingrediente che viene dalla tradizione di questo territorio.

Quando preparare questa ricetta?

Il risotto al tastasal è un primo piatto che può essere consumato a pranzo o a cena.

Preparazione

  1. In una pentola con un fondo d’olio, far rosolare la cipolla pulita e tritata e tostare il riso per 2-3 minuti. 

  2. Aggiungere il tastasal e farlo rosolare anch’esso. Sfumare con il vino rosso.

  3. Versare il brodo a poco a poco, mescolando con un cucchiaio di legno. Si versa un po’ di brodo, si lascia che il tutto cuocia, assorbendo il liquido, e poi se ne aggiunge altro, finché il riso diventa morbido (ma non troppo).

  4. Assaggiare. Aggiustare di pepe e, nel caso, anche di sale. Servire caldo.

Varianti

Risotto al tastasal Bimby

In questa variante, la realizzazione avviene attraverso gli accessori Bimby. Ingredienti e fasi restano gli stessi.

Risotto al tastasal e mascarpone

In questa variante, a fine cottura, con il fornello a fuoco basso, si manteca il tutto con 150 grammi di mascarpone.

Curiosità e consigli

  • Con i risotti, è fondamentale assaggiare prima di aggiungere eventuale sale, perché il brodo potrebbe aver insaporito il tutto già abbastanza.
  • Potete decorare il vostro piatto con un’aggiunta di salsicce rosolate in padella e sfumato con lo stesso vino rosso utilizzato per il risotto.