Dettagli ricetta

Preparazione

20 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Ostriche gratinate

Le ostriche gratinate sono uno dei modi per servire le ostriche. Sì, lo sappiamo bene: chi ama le ostriche e magari le trova fresche e carnose in gran parte dell’anno, le preferisce crude con un po’ di succo di limone. Ma c’è anche chi non mangia i molluschi crudi e quindi questo può essere un modo per accostarsi a questo alimento, sempre che non lo si eviti per ragioni di salute o di etica.

L’impasto che viene apposto alle ostriche gratinate è quello che viene usato solitamente per i molluschi. Non deve essere impastato in maniera molto compatta, ma mantenersi quasi sgranato, morbido: per questa ragione lo impastiamo con le mani e grossolanamente. Alcuni potrebbero desiderare anche qualche altro gusto insieme: c’è chi aggiunge all’insieme per esempio uno o due pomodorini tritati molto finemente, però è naturalmente un ingrediente opzionale.

La preparazione delle ostriche gratinate è quindi molto semplice, ma il piatto è di grande impatto, quindi potete pensare a esse quando state approntando un pranzo o una cena speciale, per una ricorrenza o una festa.

La ricetta deve essere accostata a un vino altrettanto speciale. Quindi potete pensare di abbinare le ostriche gratinate allo Champagne, o comunque ad altre bollicine italiane, come prosecco o Franciacorta. Si può pensare anche a un bicchiere di Gewurztraminer.

Quando preparare questa ricetta?

Le ostriche gratinate sono un antipasto che potete consumare a pranzo oppure a cena.

Preparazione

  1. Aprite le ostriche.

  2. In una ciotola mescolate insieme, con le mani, l’uovo, l’olio di oliva, il pangrattato, uno spicchio d’aglio pulito e schiacciato, del pepe e del prezzemolo tritato.

  3. Riempite le ostriche con il composto ottenuto.

  4. Cuocete in forno per 10 minuti a 180°C.

Curiosità e consigli

  • L’impasto non deve avere una consistenza troppo compatta.
  • Servite con succo di limone.