Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

10 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Polpette di petto di pollo con speck e ricotta

Il petto di pollo con speck e ricotta è una ricetta semplice da preparare e che potete usare come antipasto o come secondo piatto indifferentemente. Consiste in polpette con una base di carne macinata di pollo: il primo passo è trovare una macelleria disponibile a prepararvelo, perché non tutte le sono, specialmente le più piccole. Però ci sono delle macellerie specializzate in polli che potrebbero fare al caso vostro.

Per realizzare il petto di pollo con speck e ricotta basta impastare quasi tutti gli ingredienti – tranne l’olio di semi che vi serve per la frittura – e approntare delle polpette per poi appunto friggerle nell’olio di semi. Valutate se utilizzare il sale nell’impasto o dopo, perché quando si è novizi della culinaria e si sta sperimentando la compattezza di un impasto, il sale rappresenta un elemento che può contribuire a sgranarlo quell’impasto in cottura.

Potete accostare durante il pasto il petto di pollo con speck e ricotta, se siete adulti, con un vino bianco o rosato molto delicato e non troppo alcolico. Il piatto non è adatto a vegetariani e vegani, naturalmente, oltre che agli intolleranti al lattosio e in generale a chi soffre di allergie o intolleranze al singolo ingrediente che lo compone.

Quando preparare questa ricetta?

Le polpette di petto di pollo con speck e ricotta sono un antipasto o un secondo piatto che può essere consumato a pranzo oppure a cena.

Preparazione

  1. Pulite l’aglio e schiacciatelo.

  2. Tritate le fette di speck.

  3. Impastate in una ciotola la carne macinata di pollo, la ricotta romana, lo speck tritato, il pangrattato, un po’ di pepe e un po’ di sale.

  4. Formate delle polpette.

  5. Fate scaldare l’olio di semi in padella e friggete le polpette. Scolatele su un foglio di carta assorbente e servitele calde.

Varianti

Petto di pollo con speck e ricotta al forno

In questa variante si approntano le polpette come nella ricetta principale, ma poi si spennella una teglia con l’olio di oliva, si mettono dentro le polpette ben distanziate e si cuociono in forno a 150°C per mezz’ora.

Involtini di petto di pollo con speck e ricotta

In questa variante, predisponete delle fette di petto di pollo e avvolgetele nello speck, infilzatele con uno stuzzicadenti che comprenda una foglia di salvia. Scottate tutto in padella con olio di oliva. Grattugiate la scorza di un’arancia e rivoltatela in un po’ di ricotta. Servite gli involtini con accanto uno o due cucchiai di ricotta agrumata.

Curiosità e consigli

  • Se siete alle prime armi, non usate il sale nell’impasto, perché potrebbe sgranare le vostre polpette durante la frittura. Salatele dopo la cottura.
  • Non compattate troppo le polpette o diverranno dure in cottura.