logo
Ricetta: Rognone trifolato

Rognone trifolato

Dettagli ricetta

Preparazione

5 ore e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

5 minuti

Costo

Dosi

per 2 persone

Stagioni

Ingredienti

Rognone trifolato

Il rognone trifolato è tra i modi più facili e veloci di cucinare il rene dell’animale, che fa parte della più ampia categoria delle interiora o frattaglie.

In ambito culinario, i gusti si dividono drasticamente in due: c’è chi ama il rognone trifolato e lo considera una prelibatezza, e chi sente lo stomaco che si chiude al solo sentirlo nominare.

Se volete cimentarvi nella realizzazione del rognone trifolato, come prima cosa sappiate che per ottenere un buon piatto dovete scegliere con cura la materia prima. Il rognone può essere di vitello, di agnello, ma anche di maiale, purché sia di un animale molto giovane. Il rognone degli animali adulti è decisamente più duro.

Altrettanto importante è che sia freschissimo, perché non si conserva per più di 24 ore in frigorifero se è già stato pulito e privato di tutto il grasso che lo avvolge.

La cottura del rognone è velocissima: bastano pochi minuti in padella perché se si eccede si rischia di ottenere solo pezzi duri e gommosi. Alla velocità di esecuzione considerate però che servono alcune ore per “spurgarlo“, in altre parole dovrete lasciarlo a bagno perché si pulisca bene e perda il suo sapore troppo forte.

Se siete alle prime armi con la cucina delle interiora, vi consigliamo di provare anche un altro grande classico: il fegato alla veneziana. Trovate la ricetta qui:

Quando preparare questa ricetta?

Cucinate il rognone trifolato per una romantica cenetta a due per stupire con un piatto da ristorante.

Preparazione

  1. 1.

    Pulite bene il rognone togliendo il grasso che lo avvolge, se non lo avete comprato già pulito. Tagliatelo a metà e togliete la parte centrale, quella più dura. Lavatelo ripetutamente sotto l’acqua corrente e lasciatelo a bagno in acqua e aceto per almeno 4 o 5 ore.

  2. 2.

    Tagliate il rognone a fettine molto sottili.

  3. 3.

    In una padella antiaderente molto grande, fate sciogliere il burro e rosolate l’aglio. Togliete l’aglio quando imbiondisce.

  4. 4.

    Mettete in padella le fettine di rognone e sfumate con il vino. Alzate la fiamma per farlo evaporare, cuocete in tutto pochi minuti. Salate e Pepate.

    Il rognone trifolato è pronto per essere impiattato.

Varianti

Rognone all'emiliana

Per preparare il rognone all’emiliana preparate un trito di prezzemolo e cipolla, da far soffriggere in una padella con il burro. Aggiungete quindi il rognone tagliato a fette sottili, sempre dopo averlo messo a spurgare per bene.

Bagnatelo con brodo di carne, lasciatelo cuocere circa 10 minuti, salate e pepate e servite ben caldo.

Rognone trifolato nel Bimby

Preparare nel Bimby il soffritto con il burro e l’aglio impostando antiorario, vel. cucchiaio e 100°C, per 3 minuti.

Togliete l’aglio.

Unite le fettine di rognone e, sempre con antiorario, fate insaporire vel. cucchiaio 10 minuti. Dopo due minuti, dal foro del misurino versate il vino senza rimettete il misurino, per farlo evaporare.

Salate e pepate. Il rognone trifolato è pronto.

Curiosità e consigli

  • Il rognone contiene molto colesterolo: tenetene conto!