Ricetta Crema di ceci al peperoncino con robiola e taggiasche - Roba da Donne

Crema di ceci al peperoncino con robiola e taggiasche

Dettagli ricetta

Preparazione

20 minuti

Difficoltà

Cottura

1 ora e 0 minuti

Costo

Dosi

4-6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Ingredienti

Ceci
250 g. secchi ammollati
Robiola
200 g.
Peperoncino
1 fresco
Olive nere
1 cucchiaio taggiasche
Rosmarino
1 rametto
Brodo
Q.B. vegetale
Olio di Oliva
Q.B. extravergine
Sale
Q.B.
Aceto Balsamico
Qualche goccia tradizionale

Crema di ceci al peperoncino con robiola e taggiasche

La crema di ceci al peperoncino con robiola e taggiasche è un’ottima portata, da servire in monoporzioni anche in occasioni importanti, come per esempio la cena di Capodanno. È una buona trovata per riuscire a ingolosire i vostri ospiti senza appesantirli troppo. La crema di ceci viene definita anche “hummus” ed è un piatto di origine mediorientale molto diffuso nei paesi arabi con diverse varianti che si modificano come ci si sposta di paese in paese. Da noi in Italia, è un piatto molto diffuso in Sicilia in quanto questa regione ha subito la dominazione araba.

Articolo originale pubblicato il 14 Novembre, 2014

Preparazione

  1. Copriamo i ceci con il brodo vegetale e li portiamo a cottura aggiungendone poco per volta se necessario, unendo verso la metà un rametto di rosmarino e un peperoncino fresco a pezzi.

  2. Tritiamo un cucchiaio di olive taggiasche e le uniamo alla robiola, lavoriamo energicamente con un cucchiaio per ottenere una crema liscia.

  3. Togliamo il peperoncino e il rosmarino e frulliamo la crema di ceci (potete passarla al setaccio se la volete molto liscia), diluendola con dell’altro brodo se necessario, regoliamo di sale e aggiungiamo un filo d’olio.

  4. Serviamo la crema con la robiola alle olive e, a piacere, con qualche goccia di aceto balsamico tradizionale.

Curiosità e consigli

  • Se non vi piace la robiola, potete utilizzare un qualsiasi formaggio cremoso oppure una mozzarella di bufala ridotta in pezzi.
  • Si può gustare sul pane, su crackers o tartine, come condimento degli antipasti. Freddo o a temperatura ambiente.
  • Servitelo con prezzemolo fresco, olio di oliva, o guarnito con paprika o pepe.
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...