Dettagli ricetta

Preparazione

1 ora e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

3 ore e 0 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Pasta alla genovese

La pasta alla genovese è un primo piatto tipicamente napoletano a base di cipolle, carne e vino bianco. Richiede una preparazione attenta ma custodisce un sapore unico e inconfondibile.

Solitamente viene preparata la domenica a pranzo. Gli ingredienti principali sono: cipolle, carne (vitello e/o manzo), carote, sedano, pepe e un bicchiere di vino.

Come il classico ragù napoletano, la pasta alla genovese deve essere realizzata stando molto attenti alla cottura, che deve essere lenta per far sì che tutti i sapori si amalgamino alla perfezione.

Alla ricetta tradizionale si può aggiungere una piccola quantità di concentrato di pomodoro o dei pomodorini freschi che possono conferire acidità al piatto e bilanciare la dolcezza delle cipolle. Per aggiungere la carne il segreto è tagliarla in piccoli pezzi, sminuzzarla al fine di cuocerla per farla fondere perfettamente con le cipolle e renderla tenerissima.

La vera protagonista della pasta alla Genovese è la cipolla. Molto indicata può essere la cipolla ramata di Montoro, tipica del Sud, che ha un gusto molto dolce. A seconda dei gusti è possibile utilizzare anche le cipolle rosse o quelle bianche più classiche.

Un piatto molto gustoso e tipico della tradizione napoletana è la pasta allo scarpariello. Vi riproponiamo la ricetta:

Pasta allo scarpariello

Articolo originale pubblicato il Luglio 14, 2021

Quando preparare questa ricetta?

La pasta alla genovese è un primo piatto ideale per un pranzo domenicale in famiglia.

Preparazione

  1. Cominciate a tagliare e tritare finemente cipolla, carote e sedano.

  2. Prendete una padella e versatevi olio di oliva. Aggiungete carote, sedano e una piccola quantità di cipolle. Fate cuocere per qualche minuto.

  3. Sminuzzate la carne, aggiungete in padella con un bicchiere di vino. Fate evaporare. Aggiungete le cipolle e lasciate cuocere a fuoco lento con un coperchio per almeno tre ore. Mescolate di tanto in tanto ogni mezz’ora.

  4. Togliete i pezzi di carne dal sugo e cuocete la pasta al dente.

  5. Aggiungete la pasta nella padella con il sugo, mescolate tutto a fuoco vivo aggiungendo anche il prezzemolo e il parmigiano, sale e pepe.

  6. Servite nei piatti e aggiungete i pezzi di carne per rendere il tutto ancora più gustoso.

Varianti

Pasta alla genovese bianca

La pasta alla genovese può essere realizzata in una variante bianca, senza utilizzare il concentrato di pomodoro. Vi consigliamo di aggiungere alla ricetta anche del caciocavallo tagliato a pezzetti prima di servire.

Pasta alla genovese Bimby

La pasta alla genovese può essere preparata comodamente anche con il Bimby.

Mettete nel boccale le cipolle, carote e sedano e tritate per 20 Sec. Vel. 5.
Raccogliete sul fondo, aggiungete l’olio e fate cuocere a velocità Soft 100° per circa 5 minuti.
Tagliate la carne, aggiungete nel boccale con sale, pepe e il bicchiere di vino: fate cuocere a 100° in senso antiorario Vel. Soft per circa 30 minuti. Controllate la quantità di liquido nel boccale e proseguite la cottura per altri 30 minuti. Fate rosolare per bene, e se avete bisogno aggiungete l’acqua di cottura della pasta.

Mescolate la pasta con il sugo ottenuto e servite.

Curiosità e consigli

  • Il formato di pasta perfetto per la pasta alla genovese è rappresentato dagli ziti. In alternativa potete anche adoperare i paccheri o i mezzani.
  • Potete preparare il ragù in anticipo e conservarlo in frigo per circa 4/5 giorni.
  • Potete congelare il ragù alla genovese e conservarlo per circa 3 mesi.