Dettagli ricetta

Preparazione

1 ora e 10 minuti

Difficoltà

Cottura

50 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Scarpaccia viareggina

La scarpaccia viareggina è, come si evince dal nome, un piatto tipico di Viareggio. Si tratta, come per molte ricette regionali italiane tradizionali, di un piatto povero: i “profani” delle tradizioni locali possono “adottarlo” come antipasto, portarlo al mare o in ufficio come spuntino, per via del suo tipico gusto agrodolce. Sebbene tuttavia, possa essere realizzata anche una variante salata sul modello della scarpaccia camaiorese.

Gli abitanti di Viareggio consumano la versione rigorosamente originale a fine pasto, come fosse un vero e proprio dessert.

Non si tratta della sola differenza tra la scarpaccia viareggina e quella camaiorese: la seconda prevede l’utilizzo dei fiori di zucchina, oltre alle zucchine vere e proprie e la cipolla. Ma nella scarpaccia camaiorese è salata e quindi non si usa lo zucchero: ciononostante un mix tra le due preparazioni potrebbe dare vita a un piatto interessante, soprattutto per gli amanti dei sapori agrodolci.

L’abbinamento cibo-vino migliore per questa ricetta prevede come sempre la scelta di un vino locale. Solitamente queste ricette sono state concepite per rappresentare il cibo dei contadini in antichità e quindi nascono con abbinamenti ben precisi all’origine.

Le colline lucchesi sono ricche di uve che danno un ottimo merlot, o un sangiovese o un sauvignon, o ancor meglio un vin santo. Magari provateli a turno in pasti diversi, per stabilire la vostre preferenze.

Quando preparare questa ricetta?

La scarpaccia viareggina è un ottimo antipasto, da preparare soprattutto in occasioni di pasti con ospiti in piedi, oppure da consumare fuori casa, al mare o in ufficio con la schiscetta.

Preparazione

  1. Lavate e tagliate le zucchine e lasciatele asciugare con un po’ di sale sulla superficie.

  2. Preparate la base della vostra focaccia agrodolce in modo abbastanza comune: sciogliete il burro in un padellino, lo versate in una ciotola e aggiungete le uova, la farina, lo zucchero, il lievito istantaneo e un po’ di latte per rendere l’impasto morbido ma non troppo.

  3. Aggiungete all’impasto le zucchine e alcune foglie di basilico (quantità in base alle vostre preferenze).

  4. In una teglia da forno precedentemente imburrata, versate l’impasto completo con qualche goccia d’olio sulla superficie, stendendola con il pennello.

  5. Cuocete in forno preriscaldato a 200°C per una cinquantina di minuti: per controllare se è pronta fate sempre la prova con un lungo stuzzicadenti o uno spiedino in legno.

Varianti

Scarpaccia camaiorese

In realtà la scarpaccia camaiorese è una torta salata e quindi non si usa lo zucchero. Si usano però le zucchine con i fiori e anche la cipolla: per il resto si prepara come una comune focaccia (anche se è tradizionale e speciale per via appunto degli ortaggi di condimento).

Curiosità e consigli

  • Le zucchine potete tagliarle sia a rondelle che grattugiarle in modo da ridurle in corti filamenti, tutto dipende dall’estetica che volete dare al piatto.
  • Si tratta di un antipasto, ma può essere anche un simpatico snack da consumare fuori casa.