diredonna network
logo
Ricetta: Crema di ceci al peperoncino con robiola e taggiasche

Tartare di Salmone

Zuccotto

Gamberoni alla griglia

Long Island cocktail

Tortino di alici

Tranci di salmone al forno

Panettone farcito

Salsa cocktail

Zuppa di lenticchie

Lenticchie in umido

Crema di ceci al peperoncino con robiola e taggiasche

Dettagli ricetta

Preparazione

20 minuti

Difficoltà

Cottura

1 ora e 0 minuti

Costo

Dosi

4-6 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Crema di ceci al peperoncino con robiola e taggiasche

La crema di ceci al peperoncino con robiola e taggiasche è un’ottima portata, da servire in monoporzioni anche in occasioni importanti, come per esempio la cena di Capodanno.

È una buona trovata per riuscire a ingolosire i vostri ospiti senza appesantirli troppo.

La crema di ceci viene definita anche “hummus” ed è un piatto di origine mediorientale molto diffuso nei paesi arabi con diverse varianti che si modificano come ci si sposta di paese in paese.

Da noi in Italia, è un piatto molto diffuso in Sicilia in quanto questa regione ha subito la dominazione araba.

Preparazione

  1. 1.

    Copriamo i ceci con il brodo vegetale e li portiamo a cottura aggiungendone poco per volta se necessario, unendo verso la metà un rametto di rosmarino e un peperoncino fresco a pezzi.

  2. 2.

    Tritiamo un cucchiaio di olive taggiasche e le uniamo alla robiola, lavoriamo energicamente con un cucchiaio per ottenere una crema liscia.

  3. 3.

    Togliamo il peperoncino e il rosmarino e frulliamo la crema di ceci (potete passarla al setaccio se la volete molto liscia), diluendola con dell’altro brodo se necessario, regoliamo di sale e aggiungiamo un filo d’olio.

  4. 4.

    Serviamo la crema con la robiola alle olive e, a piacere, con qualche goccia di aceto balsamico tradizionale.

Curiosità e consigli

  • Se non vi piace la robiola, potete utilizzare un qualsiasi formaggio cremoso oppure una mozzarella di bufala ridotta in pezzi.
  • Si può gustare sul pane, su crackers o tartine, come condimento degli antipasti. Freddo o a temperatura ambiente.
  • Servitelo con prezzemolo fresco, olio di oliva, o guarnito con paprika o pepe.