logo
Ricetta: Dorayaki

Dorayaki

Dorayaki

Dettagli ricetta

Preparazione

20 minuti

Difficoltà

Cottura

20 minuti

Costo

Dosi

4 persone

Stagioni

Ingredienti

Per la marmellata di fagioli azuki

Dorayaki

I dorayaki sono delle frittelle tipiche della cucina giapponese: si tratta dei dolcetti di cui era golosissimo Doraemon, il gatto azzurro che spopolava negli anni Ottanta e che, ancora oggi, continua a conquistare tutti i bambini.

I dorayaki sono dei dolcetti buonissimi e molto semplici da preparare, vengono serviti a due a due, tipo piccoli panini, e farciti con la marmellata di fagioli azuki tipica giapponese, chiamata anche anko. La marmellata di fagioli azuki la potete fare in casa partendo dai fagioli rossi giapponesi, che ormai si trovano abbastanza facilmente anche al supermercato, oppure comprare la marmellata già pronta: con un po’ di impegno riuscirete sicuramente a trovarla.

In Italia i dorayaki vengono spesso serviti con la Nutella o con la crema di castagne, un po’ per evitare di cercare l’anka e un po’ per la diffidenza (che andrebbe assolutamente superata) verso una marmellata fatta con i fagioli. Vediamo adesso come preparare in casa dei perfetti dorayaki.

Quando preparare questa ricetta?

I dorayaki sono frittelle deliziose e facilissime che potete preparare in ogni occasione. Sono perfette per la colazione e la merenda: faranno la felicità di tutti i bambini, ma anche dei “grandi”!

Preparazione

  1. 1.

    Mettete le uova e lo zucchero in una ciotola e montate tutto con le fruste elettriche fino ad avere un composto chiaro, gonfio e spumoso.

  2. 2.

    Aggiungete il miele sciolto nel microonde e incorporatelo agli ingredienti.

  3. 3.

    Setacciate insieme la farina e il lievito e poi uniteli agli altri ingredienti, mescolate bene e man mano incorporate anche l’acqua.

  4. 4.

    Amalgamate tutti gli ingredienti in modo da formare una pastella liscia e senza grumi.

  5. 5.

    Ungete una padella antiaderente con un pochino di olio di semi, scaldatela e poi versate due cucchiai di pastella, cuocete i dorayaki a fuoco medio basso e girateli con una spatola appena cominceranno a comparire le bolle.

  6. 6.

    Procedete con la cottura dei dorayaki fino a quando avrete esaurito l’impasto.

  7. 7.

    Prendete un dorayaki e spalmateci sopra un po’ di marmellata di fagioli azuki, coprite con un altro dorayaki e pressate leggermente in modo da formare un sandwich.

  8. 8.

    Se volete preparare in casa la marmellata di fagioli azuki dovete organizzarvi dal giorno prima, perché i fagioli vanno tenuti in ammollo per una notte intera.

  9. 9.

    Mettete i fagioli in una ciotola spaziosa, copriteli con abbondante acqua fredda e fateli riposare per tutta la notte, o comunque non meno di 12 ore.

  10. 10.

    L’indomani scolate i fagioli azuki, sciacquateli e metteteli in una pentola con tre bicchieri di acqua, portate a ebollizione e poi scolateli bene.

  11. 11.

    Rimettete i fagioli nella pentola, aggiungete altri 3 bicchieri di acqua e lo zucchero, mescolate e portate a ebollizione. Abbassate la fiamma e cuocete a fuoco a fuoco bassissimo per circa 2 ore mescolando ogni tanto.

  12. 12.

    Se vi accorgete che i fagioli si asciugano troppo potete aggiungete altra acqua bollente, procedete così fino a portare i fagioli a cottura.

  13. 13.

    Quando i fagioli saranno ben cotti, frullate tutto con il frullatore a immersione in modo da avere una purea liscia e cremosa. Fate raffreddare la marmellata di fagioli azuki prima di servirla.

Varianti

Dorayaki alla Nutella

Se non trovate la marmellata di fagioli azuki, potete preparare i dorayaki alla nutella che sono la variante più comune e amata. In questo caso per la farcitura si utilizza la Nutella al posto dell’anko.

Dorayaki salati

I dorayaki salati sono una variante sfiziosa che potete servire come antipasto o per un aperitivo tra amici. La ricetta è molto simile, cambiano solo un po’ gli ingredienti. Per l’impasto dei dorayaki salati dovete utilizzare 2 uova intere, 100 gr di farina 00, un pizzico di sale, 1 cucchiaino di lievito, due cucchiai di acqua e 40 gr di parmigiano.

Curiosità e consigli

  • Il nome dorayaki deriva dal simbolo del gong, uno strumento musicale tipico giapponese. La parola "dora" significa gong e in effetti questi dolcetti somigliano molto al gong!
  • I dorayaki li potete farcire anche con una marmellata a vostra scelta, ad esempio quella di fragole o di arance.
  • I dorayaki non hanno il latte e quindi sono adatti anche agli intolleranti al lattosio.