Dettagli ricetta

Preparazione

2 ore e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Mattonella palermitana

La mattonella palermitana è un rustico tipico della rosticceria tradizionale siciliana. Consiste in una sorta di focaccia ripiena con mozzarella (meglio se vaccina), prosciutto cotto e pomodoro, anche se alcuni utilizzano altri formaggi al posto della mozzarella.

Si tratta di un piatto adatto a uno spuntino come a un pasto, e ovviamente, quando viene tagliato in piccoli cubetti, anche per un buffet in piedi. La mattonella palermitana fa compagnia, come accade solitamente con lo street food: si sente in essa il calore delle persone che abitano questa regione, le loro tradizioni culinarie millenarie, le materie prime a chilometro zero che sono parte integrante di quelle tradizioni.

Il nome è un po’ buffo: mattonella fa pensare a qualcosa di solido, duro come la pietra, ma invece la mattonella palermitana è una sorta di focaccia morbida, perché viene fatta lievitare al punto giusto in modo da crescere soffice e porosa in forno.

Naturalmente può essere farcita come si preferisce: magari si può provare con carciofini e pomodori pelati, oppure con salame e formaggio. Tuttavia, se si cambia il condimento, smette di essere una ricetta tradizionale, ma una buona focaccia che ognuno farcisce secondo i propri gusti e secondo la propria fantasia: l’impasto è davvero versatile.

Quando preparare questa ricetta?

La mattonella palermitana è un ottimo antipasto da consumare in compagnia, oppure un piatto unico che può essere assaggiato in tutti i momenti della giornata: a pranzo, a cena, come spuntino in casa o fuori casa, dato che è facile da trasportare.

Preparazione

  1. Mescolate insieme i due tipi di farina, il lievito, una presa di sale e un pizzico di zucchero, oltre a un po’ d’acqua. La quantità d’acqua è da valutare via via: deve essere aggiunta a poco a poco finché la pasta non acquisisce una consistenza elastica, né dura né troppo fluida. La si lascia poi lievitare, appallottolata, in una ciotola coperta da una pellicola e un telo di lana, finché non diventa grande il doppio.

  2. Dopo la lievitazione, si divide in due la pasta e si stende, su una teglia foderata con carta forno, uno strato aiutandosi con il matterello.

  3. Lasciando liberi i bordi, si farcisce la parte superiore dello strato con i pelati a cubetti, le fette di prosciutto crudo e la mozzarella tagliata a fette.

  4. Si stende con il matterello la seconda parte della pasta, chiudendo la mattonella. Si spennella la superficie con l’olio e si cospargono i semi di sesamo.

  5. Si cuoce in forno preriscaldato a 200°C per una ventina di minuti. Può essere consumata sia calda che fredda, ma calda è meglio perché in questo modo la mozzarella fila.

Varianti

Mattonella palermitana Bimby

In questa variante, l’impasto lievitato si prepara con il Bimby, mentre la farcitura avviene ugualmente a mano e la cottura in forno.

Curiosità e consigli

  • Il pochissimo zucchero che si utilizza non rende la ricetta agrodolce, ma è funzionale al processo di lievitazione.
  • Al posto della mozzarella, si può usare un formaggio purché filante, dalla provola all’emmenthal fino alla fontina.