Dettagli ricetta

Preparazione

40 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

per 6 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Zuppa di scoglio

La zuppa di scoglio è un secondo piatto interessante a base di crostacei, molluschi e frutti di mare. Come per tutte le ricette che prevedono ingredienti che provengono dal mare, è davvero molto semplice, ma solo se ricordate alcuni passi fondamentali. La cottura di calamari e gamberi non è come per i pesci spinati necessariamente e sempre a temperature alte e molto veloce: questo piatto che si prepara con un brodetto poi arricchito di concentrato di pomodoro, e quindi si può cuocere lentamente e a fuoco basso.

Quando parliamo della zuppa di scoglio, un approfondimento lo meritano sempre cozze e vongole (ma se volete potete aggiungere anche lupini, fasolari, tartufi, cannolicchi o quello che più vi aggrada). Quando bollite i frutti di mare, fatelo sempre in poca acqua e lasciate che si aprano completamente. Di solito di vogliono 5 minuti circa. Quando una cozza o una vongola non è aperta, evitate di usarla, perché potrebbe essere morta e quindi non buona da mangiare.

Potete accompagnare la zuppa di scoglio con dei crostini o del pane di Altamura tostato. Per quanto riguarda il vino, l’abbinamento perfetto è con un bicchiere di bianco corposo, come un Fiano Minutolo, un Toscana IGP o anche un Falanghina. In alternativa provate con un rosato Negramaro.

Quando preparare questa ricetta?

La zuppa di scoglio è un secondo piatto che può essere consumato a pranzo oppure a cena.

Preparazione

  1. Mettete cozze e vongole in una padella con 4 dita di acqua. Cuocete finché non si sono aperte tutte o quasi, ci vorranno pochi minuti. Scartate i frutti di mare che non si sono aperti.

  2. In una padella con un paio di cucchiai d’olio, rosolate per un paio di minuti l’aglio schiacciato, le code di gambero e il calamaro sciacquato, pulito e tagliato ad anelli. Versate il brodo e abbassate la fiamma: cuocete per una ventina di minuti.

  3. Aggiustate di sale e di pepe, versate il concentrato di pomodoro e amalgamate.

  4. Aggiungete cozze e vongole, lasciate tutto insieme per un minuto. Spegnete il fornello e spolverizzate con il prezzemolo fresco lavato e tritato.

Varianti

Zuppa di pesce

In questa variante, nella zuppa si usano vari pesci e frutti di mare.

Curiosità e consigli

  • Cuocere prima cozze e vongole a parte è sicuramente un metodo poco ortodosso, ma vi aiuta a mantenere la sicurezza rispetto a questi alimenti: cozze e vongole morte non si aprono e le dovete scartare.
  • Quando comprate le vongole e le cozze, potete continuare a spurgarle ancora un po’, se non dovete cuocerle subito, in una coppa con acqua e sale.