Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Fideuà

La fideuà è un piatto tipico della tradizione valenciana, molto simile alla paella, ma con una preparazione molto più semplice.

Per prepararla dovrete munirvi della caratteristica pentola per paella. Il piatto è a base di Fideus, una particolare pasta che viene cotta con brodo di pesce e frutti di mare. I Fideus assomigliano molto ai vermicelli “spezzati” che vengono utilizzati per le ricette a base di legumi in Italia.

La fideuà è un piatto colorato e molto saporito, ideale per l’estate, e che subisce diverse varianti, a seconda dei gusti e delle zone in cui viene servito.

In realtà, però, il piatto nasce a Gandía, nel cuore della comunità valenciana ed è caratterizzato da una leggenda particolare.

Infatti, si narra che sulla spiaggia di Gandía alcuni pescatori volessero cucinare una paella con il pescato del giorno, ma siccome erano sprovvisti di riso decisero di preparare il piatto con della pasta. Fideus, infatti, significa proprio pasta in valenciano.

Se volete sbizzarrirvi con i piatti caratteristici della tradizione spagnola e valenciana, non potete fare a meno di provare la fideuà e cimentarvi anche con la famosissima paella:

Paella alla Valenciana: la versione classica e originale del più gustoso ed amato piatto spagnolo.

Quando preparare questa ricetta?

La fideuà valenciana è il piatto ideale per un pranzo in primavera o in estate con i propri amici.

Preparazione

  1. Cominciate a preparare il brodo. Separate le bucce di pomodoro dalla polpa, inseritele insieme a cipolla, aglio, la testa e i resti della rana pescatrice e portate a ebollizione. Fate cuocere per circa 30 minuti aggiungendo anche, a piacere, teste o code di altro pesce bianco. Filtrate il brodo e mettetelo da parte.

  2. Per la fideuà, scaldate metà dell’olio in una padella per paella, a fuoco medio. Aggiungete la coda della rana pescatrice e i gamberi. Fate cuocere su entrambi i lati fino a doratura, aggiungendo olio se necessario. Togliere il pesce dalla padella e mettere da parte.

  3. Aggiungere alla padella le cipolle e far soffriggere per 3-4 minuti. Aggiungete l’aglio, la polpa di pomodoro e i calamari e continuare la cottura a fuoco lento per 6-7 minuti.

  4. Aggiungete i peperoni ñora e la pasta, mescolate bene e continuate a cuocere per altri 2-3 minuti. Cospargete il tutto con la paprika. Versate il brodo e portate il composto a ebollizione, facendo cuocere per circa 10 minuti.

  5. Rimettete la rana pescatrice e i gamberi nella padella, quindi disponete le cozze sopra la fideuà. Condite, a piacere, con sale e pepe nero appena macinato.

  6. Coprite bene la padella con carta alluminio e continuare a cuocere a fuoco lento per altri 4-5 minuti, o fino a quando le cozze si saranno aperte.

  7. Per la decorazione completa del piatto potete anche aggiungere la tradizionale picada, macinando mandorle e prezzemolo in un mortaio. Oltre a questo potete guarnire il piatto con spicchi di limone. Buon appetito!

Varianti

Fideuà di carne

La fideuà può essere realizzata anche con la carne. Molti aggiungono al piatto pollo insieme ai funghi, oppure preparano il tutto con della tenera carne di maiale e salsicce.

Curiosità e consigli

  • per chi ama i crostacei, è possibile realizzare una versione con scampi, gamberi e aragoste.
  • La picada è un condimento tradizionale a base di mandorle o noci e pane. Viene utilizzata per addensare i piatti.