Dettagli ricetta

Preparazione

1 ora e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Francesinha portoghese

La francesinha portoghese è un piatto unico con tantissimi ingredienti. Molti di essi provengono da un animale e quindi questo piatto e tutt’altro che cruelty free, e quindi sconsigliato a vegani e vegetariani. Non può essere inoltre consumato da tutti coloro che sono allergici o intolleranti al singolo ingrediente, per esempio i celiaci oppure gli intolleranti al lattosio.

La ricetta assomiglia un po’ al croque monsieur, perché consta di un sandwich imbottito che viene imbevuto in una salsa alcolica e brodosa, avvolto nella fonduta di formaggio, con in cima un uovo cotto all’occhio di bue.

Tra gli ingredienti tradizionali c’è un prosciutto prodotto in Portogallo chiamato fiambre e la linguiça, una salsiccia tipica portoghese. Perché questo piatto nasce appunto in Portogallo, associato al nome di Daniel da Silva che, secondo la vulgata, dopo essere emigrato in Francia, tornò in patria cercando di adattare il croque monsieur e facendo nascere di fatto la francesinha portoghese.

Potete consumare il piatto in diversi momenti del giorno. Certo, più in linea con le abitudini italiane, sarebbe l’ideale mangiare la francesinha portoghese a pranzo o cena. Ma comprendiamo benissimo se preferite per esso la prima colazione (in caso vi piaccia la colazione salata) o il brunch. Di solito si accompagna con un bicchiere di birra, come quella che viene usata nella salsa alcolica cui accennavamo.

Quando preparare questa ricetta?

La francesinha portoghese è un piatto unico che può essere consumato a pranzo o cena, ma anche per la prima colazione o per il brunch, se vi piace.

Preparazione

  1. Tagliate per lungo le salsicce e i würstel e cuoceteli su una piastra di ghisa.

  2. Frullate insieme la farina, metà del burro, la polpa di pomodoro, il brodo, il porto, la birra. Fate bollire il composto in un pentolino.

  3. Mettete la scamorza tagliata a cubetti in un pentolino con il latte e l’altra metà del burro.

  4. Accendete il fornello e mescolate, finché il tutto non si è sciolto e amalgamato.

  5. Cuocete le uova all’occhio di bue in una padella con un po’ d’olio.

  6. Tostate il pane a cassetta.

  7. Scottate le fettine di vitello in padella con un po’ d’olio.

  8. Assemblate alcune delle parti: una fetta di pane, una fettina di vitello, una salsiccia, un würstel, una fetta di prosciutto, chiudete con un’altra fetta di pane. Metteteli in un piatto.

  9. Cospargete gli ingredienti assemblati con la scamorza sciolta con burro e latte.

  10. Mettete in cima a tutto un uovo per ogni commensale.

  11. Versate sul fondo la salsa che avevate fatto bollire. Servite caldo.

Curiosità e consigli

  • Potete usare un po’ di polvere di peperoncino da aggiungere nella salsa, se vi piace.
  • Non abbiamo messo il sale: in questo piatto c’è il formaggio che avvolge tutto, quindi potrebbe non essere indispensabile. Ma se vi piace mangiare in maniera più saporito, aggiungetene un pizzico qua e là, senza esagerare.
  • Potete usare il pane americano al posto del classico pane in cassetta che ha le fette piccole e spesse.