Torta pazientina

Gusto deciso e inimitabile, la torta pazientina è un mix di ingredienti unici, tipico dolce di Padova.

Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

Non disponibile

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Ingredienti

Per la crema zabaione:
Marsala
50 ml
Latte
100 ml
Zucchero
150 grammi
Tuorli
200 grammi
Amido di Mais
80 grammi
Per la pasta bresciana:
Burro
200 grammi a pezzi
Mandorle
100 grammi
Zucchero
150 grammi
Tuorli
1
Lievito in Polvere
1 cucchiaino
Per il pan di spagna:
Tuorli
3
Uova
5
Zucchero
150 grammi
Farina di Grano tenero tipo 00
200 grammi
Fecola di Patate
50 grammi
Lievito in Polvere
1 cucchiaio
Miele
30 grammi
Per la bagna:
Acqua
50 ml
Zucchero
50 grammi
Rum
2 cucchiai

Torta pazientina

La Torta Pazientina è un dolce tipico di Padova, a base di pasta bresciana, crema zabaione, pan di spagna e cioccolato. Formato a strati, è un piccolo capolavoro di pasticceria attorno al quale ci sono diverse leggende legate al suo nome.

Alcuni ritengono che il termine “pazientina” derivi dalla pazienza necessaria per la preparazione di questo dolce molto elaborato, ma dal gusto inconfondibile. Altri, invece, fanno risalire la nascita di questa ricetta al 1600, come cura contro i malati. Una fetta di torta pazientina, sembra, fosse un ricostituente naturale per chi aveva bisogno di riprendere le proprie forze.

Questa torta viene solitamente consumata 2-3 giorni dopo la preparazione. Questo, difatti, consente a tutti gli ingredienti di mescolarsi alla perfezione e, soprattutto, alla pasta bresciana di diventare morbida, grazie alla crema allo zabaione e agli strati di pan di spagna ammorbiditi dal liquore.

Un ingrediente fondamentale della torta pazientina è proprio la crema allo zabaione. Per questo vi riproponiamo una nostra ricetta:

Zabajone

Quando preparare questa ricetta?

La torta pazientina è ottima per una cena o un pranzo speciale in famiglia.

Preparazione

  1. Cominciate dalla preparazione della pasta bresciana. Unite mandorle tritate a lievito e farina. Nella planetaria aggiungete burro, zucchero e tuorli. Impastate fino ad ottenere un impasto molto simile ad una pasta frolla.

  2. Formate un panetto di impasto e lasciatelo riposare in frigo per almeno un’ora. Stendete la pasta bresciana in una teglia e cuocete in forno pre-riscaldato a 180° per circa 25 minuti.

  3. È il momento del pan di spagna. Unite farina, uova, zucchero e mescolate. Versate il composto in una tortiera imburrata e mettete in forno a 180° per circa 30-35 minuti.

  4. In un pentolino alto aggiungete marsala, uova, zucchero, latte e amido di mais. Mescolate bene aiutandovi con un frullatore e continuate a cuocere fino a che la crema non sarà della consistenza giusta.

  5. Per la bagna al rum, fate bollire in un altro pentolino l’acqua con lo zucchero. Quando quest’ultimo si sarà sciolto, fate raffreddare e aggiungete il liquore.

  6. Assemblate le diverse composizioni per creare la vostra torta pazientina. Cominciate da uno strato di pasta bresciana, poi la crema, il pan di spagna, bagnatelo. Stendete altro strato di crema allo zabaione, e ricoprite con la pasta bresciana. Lasciate riposare in frigo.

  7. Servite aggiungendo in superficie altra crema e riccioli di cioccolato. Se volete, spolverizzate anche con zucchero a velo.

Varianti

Torta pazientina Bimby

Le diverse preparazioni della torta pazientina possono essere realizzate con il Bimby.

Cominciate dalla pasta bresciana: inserite nel boccale mandorle, burro, farina, zucchero, tuorli, lievito, mescolate prima a vel.6 per 30 secondi, poi lasciate a vel. Spiga per 2 minuti.

Dedicatevi poi alla crema zabaione. Inserite nel boccale zucchero, latte, marsala, uova e farina, cuocete per 7 min. 90° vel. 4.

Finite con il pan di spagna: posizionate la farfalla nel Bimby con tutti gli ingredienti e montate per 7/8 minuti a velocità 3.

Curiosità e consigli

  • Per la bagna del pan di spagna, se non amate il rum, potete usare Alchermes o Curaçao.
  • Se preferite una versione più croccante della pasta bresciana, a base di mandorle e nocciole, vi consigliamo di consumare subito una fetta di torta pazientina.