diredonna network
logo
Ricetta: Gnocchetti Sardi con Ragù di Salsiccia e Semi di Finocchietto Selvatico

Nutellotti

Nutella bianca

Empanadas

Risotto al melograno

Tortilla di patate

Polpette di pane

Torta Nua

Zuppa di pesce

Risotto al vino rosso

Cheesecake salata

Gnocchetti Sardi con Ragù di Salsiccia e Semi di Finocchietto Selvatico

Dettagli ricetta

Preparazione

15 minuti

Difficoltà

Cottura

1 ora e 20 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Ingredienti

Per 400 g. di gnocchetti sardi:
Per il ragù:

Gnocchetti Sardi con Ragù di Salsiccia e Semi di Finocchietto Selvatico

Gli gnocchetti sardi con ragù di salsiccia e semi di finocchietto selvatico sono un primo piatto tipico della Sardegna, esattamente della zona del Campidano.

Sono un piatto sostanzioso e rustico: chi non ama i sapori forti e decisi difficilmente rinuncia a gustarlo.

Gli gnocchetti sardi, meglio conosciuti con il nome di “malloreddus” è una pasta di semola di grano duro che ben si accompagna al ragù di salsiccia.

Vengono anche consumati con del pecorino sardo fuso.

Insomma una ricetta più buona dell’altra.

Questo formato di pasta viene preparato in tutte le occasioni importanti, feste, matrimoni e sagre paesane.

La ricetta che vado a spiegarvi fra poco è il piatto classico per eccellenza.

Ma, come sempre, ecco alcune varianti per voi:

Gnocchetti sardi alla contadina

Variante economica e molto saporita.

Tra gli ingredienti principali troviamo la pancetta affumicata e i fagioli bianchi.

Se utilizzate i fagioli in scatola già lessati, il tempo di preparazione è veramente minimo e gusterete un piatto davvero goloso.

Gnocchetti sardi con pancetta e piselli

Semplicemente farete rosolare uno spicchio d’aglio in padella con un filo di olio e aggiungerete la pancetta a cubetti.

Quando la pancetta sarà ben rosolata, aggiungerete i piselli e, solo dopo 5 minuti, aggiungerete la passata di pomodoro.

Mescolate per bene e fate cuocere per circa 20 minuti.

Cuocete gli gnocchetti sardi, scolateli e versateli nella padella con il sugo.

Gnocchetti sardi con robiola, zucchine e speck

Variante molto più delicata rispetto alle precedenti.

In una padella si fa rosolare lo speck con dell’olio e della cipolla triata, si aggiungono le zucchine tagliate a cubetti.

Cuocete la pasta, versatela in padella dopo averla scolata e mantecate il tutto con la robiola.

Gnocchetti sardi alla ricotta

Semplicemente dovrete preparare una crema a base di ricotta, yogurt e latte.

Fate appassire uno scalogno con poca acqua e una bustina di zafferano.

In una ciotola mescolate la ricotta con latte e yogurt e quando avrete ottenuto una crema ben amalgamata, aggiungete lo scalogno aromatizzato con la bustina di zafferano.

Nel frattempo cuocete la pasta e, una volta cotta, versatela nella ciotola con la crema di ricotta.

Gnocchetti sardi con le vongole

Variante per gli amanti del pesce.

Preparate un goloso sughetto con le vongole e i pomodori ciliegino e condite i vostri gnocchetti sardi.

Terminate il vostro piatto con una generosa spolverata di prezzemolo fresco tritato.

Preparazione

  1. 1.

    Iniziamo preparando gli gnocchetti sardi. Versate la farina su una spianatoia e fate la fontana. Sciogliete il sale nell’acqua tipieda e versatela al centro della fontana poco per volta. Impastate il tutto e lavorate bene l’impasto fino a renderlo compatto e sodo.

  2. 2.

    Formate una palla con l’impasto e lasciatela riposare per 30 minuti avvolta in un tovagliolo. Trascorso questo tempo, procedete a formare i vostri gnocchetti.

  3. 3.

    Ora preparate il ragù. Lavate le salsicce e sbriciolatele. In una padella versate l’olio d’oliva e aggiungete la cipolla tritata. A questo punto aggiungete la carne sbriciolata e fatela rosolare per 15 minuti.

  4. 4.

    Aggiungete la passata di pomodoro e mescolate bene. Abbassate la fiamma e coprite con un coperchio. Lasciate cuocere il ragù per circa un’ora e regolate di sale. 

  5. 5.

    Dieci minuti prima di terminare la cottura, aggiungete i semi di finocchietto e mescolate per bene.

  6. 6.

    Cuocete gli gnocchetti sardi in abbondante acqua salata e scolateli quando saranno cotti. Versateli nella padella con il ragù e mantecate per bene.

  7. 7.

    Grattugiate il pecorino molto grossolanamente e ammorbiditelo con qualche mestolo di acqua di cottura fino a che non avrete ottenuto una cremina. 

  8. 8.

    Mentre state mantecando la pasta in padella, aggiungete la crema di pecorino, date un’ultima mescolate e servite ben caldi.

Curiosità e consigli

  • Questa ricetta è tipica del Campidano e per questo motivo vengono anche chiamati malloreddus alla campidanese.
  • Vengono anche consumati con una crema di pecorino e zafferano e sono conosciuti con il nome di malloreddus con casu ferrau
  • Potete acquistare gli gnocchetti sardi già pronti, ma se li realizzate in casa la resa e la qualità del prodotto finito sarà nettamente maggiore.
  • Per le persone che soffrono di celiachia, gli gnocchetti sardi possono essere realizzati anche con farina di riso.
  • Se l'impasto risulta troppo morbido aggiungete ancora farina. Al contrario, se troppo duro aggiungete acqua tiepida.