Dettagli ricetta

Preparazione

1 ora e 0 minuti

Difficoltà

Cottura

30 minuti

Costo

Dosi

per 8 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Scrigno di venere

Lo scrigno di Venere è un primo piatto che molti hanno conosciuto grazie al talent show Masterchef, però in realtà la ricetta potrebbe essere più “antica” (ma non troppo, passateci quindi il termine).

Si tratta, dicevamo, di un primo piatto, ma potrebbe essere considerato anche un piatto unico, dato che consiste in pasta ripiena (tortellini nello specifico), che vengono conditi con ragù alla bolognese, besciamella e formaggio e racchiusi entro uno scrigno di pasta brisée, che appunto dà il nome alla pietanza.

Nonostante lo scrigno di Venere appaia molto composito – e sì, lo è anche – non temete, perché la sua realizzazione non è troppo difficile, tanto più che alcune delle sue componenti, ovvero la besciamelle e il ragù di carne, sono tra i primi condimento base che si apprendono quando ci si approccia all’arte culinaria.

Potete usare sia la pasta brisée già pronta, sia quella fatta in casa, e la stessa cosa potete scegliere di fare con i tortellini, che possono essere a quale gusto desiderate.

Potete accompagnare lo scrigno di Venere con un bicchiere di vino rosso ma la cosa più importante è che provenga dall’Emilia Romagna, come per esempio un Barbera, un Pinot nero, un Sangiovese o, per gli appassionati, il più noto e commerciale Lambrusco.

Quando preparare questa ricetta?

Lo scrigno di Venere è un primo piatto che può essere consumato a pranzo oppure a cena.

Preparazione

  1. Pulite e tritate la cipolla, pulite e tritate la carota, lavate e tritate il sedano. Fateli rosolare in una padella con un fondo d’olio insieme con la carne macinata, sfumate con un po’ di vino, aggiungete la passata di pomodoro e fate cuocere, fino a che il tutto non sobbolle. Aggiustate di sale.

  2. Fate cuocere i tortellini in una pentola con abbondante acqua salata. Scolateli seguendo i tempi indicati sulla confezione e conditeli con il ragù di carne, la besciamella e il parmigiano. Date una spolverizzata di noce moscata a piacere.

  3. Stendete la pasta brisé col matterello e rivestite una teglia cilindrica molto alta, dopo averla spennellata con l’olio.

  4. Operate dei buchetti alla base, usando i rebbi di una forchetta.

  5. Aggiungete i tortellini con tutti i condimenti, e chiudete la parte superiore, come fosse appunto un cilindro. Ricordate di sigillare tutti i bordi e tutte le chiusure.

  6. Sbattete l’uovo e spennellate con esso tutta la superficie, che avrete riempito di buchi esattamente come il fondo.

  7. Cuocete in forno preriscaldato a 200°C o finché la superficie non diventa dorata.

Curiosità e consigli

  • Potete preparare la pasta brisée in casa con la nostra ricetta oppure utilizzare i rotoli pronti.
  • Usate il vino bianco per sfumare il ragù o in alternativa quello rosato, mai il rosso, che tinge troppo.