diredonna network
logo
Ricetta: Panzerotti pugliesi

Migliaccio napoletano

In Cucina coi Bambini: 9 Dolci di Carnevale da Preparare Insieme

9 Dolci di Carnevale che Dovete Assolutamente Assaggiare

Frappe

Ravioli fritti

Castagnole

Graffe

Dolci di Carnevale col Bimby: 10 Ricette Semplici e Golose!

Poco Tempo per i Dolci di Carnevale? Ecco 9 Idee Veloci!

Biscotti arlecchino

Panzerotti pugliesi

Dettagli ricetta

Preparazione

45 minuti

Difficoltà

Cottura

15 minuti

Costo

Dosi

per 20 panzerotti

Stagioni

Ingredienti

Per l'impasto:
Per la farcitura:
Per friggere:

Panzerotti pugliesi

I panzerotti pugliesi, conosciuti anche come calzoni, sono degli sfizi golosi realizzati con pasta lievitata esattamente come la pizza. La ricetta originale è nota per il ripieno a base di mozzarella, pomodoro e origano. Nonostante il nome con cui sono conosciuti, il nome panzerotto è in realtà di origine napoletana e sta ad indicare il rigonfiamento caratteristico che si forma friggendo la pasta.

Sono diffusi in tutta Italia e in particolare al Sud, dove sono considerati più che altro un cibo da strada perché fritti al momento nelle rosticcerie. Il classico ripieno è composto da pomodoro, mozzarella, sale e origano ma è possibile preparare i panzerotti con molti altri ripieni alternativi e ugualmente sfiziosi, come per esempio olive, acciughe e salumi vari.

Prepararli è davvero semplicissimo, per scoprire come fare seguite la ricetta passo passo!

Quando preparare questa ricetta?

I panzerotti pugliesi si preparano in occasione di un buffet, un aperitivo o una cena golosa fra amici.

Preparazione

  1. 1.

    I panzerotti pugliesi si preparano versando entrambe le farine in un’ampia ciotola. A parte, sciogliere il lievito in poca acqua tiepida e unire lo zucchero, quindi aggiungerlo alla farina. Nell’acqua rimanente far sciogliere il sale grosso e versare il tutto a filo sulla farina.

  2. 2.

    Iniziare a mescolare tutti gli ingredienti con le mani o utilizzare una planetaria munita di gancio. Unire l’olio e impastare energicamente il tutto, quindi trasferite l’impasto su una spianatoia e continuare a lavorarlo in modo da ottenere un impasto liscio e morbido.

  3. 3.

    Dividere l’impasto ottenuto in 20 palline di circa 80 grammi e lavorare ogni pallina in modo da ottenere una forma quanto più rotonda possibile. Porle su una spianatoia infarinata distanziandole bene l’una dall’altra e fatele lievitare per almeno 2 ore.

  4. 4.

    Nel frattempo preparare il ripieno, quindi tagliare la mozzarella a cubetti e in una ciotola versare la passata di pomodoro. Regolare di sale e origano. Versare l’olio di semi in un tegame dai bordi alti e farlo scaldare. Nel frattempo riprendere l’impasto lievitato, prendere una pallina e ricavare un disco di circa 20 centimetri di diametro.

  5. 5.

    Porre al centro un cucchiaio di passata di pomodoro e qualche cubetto di mozzarella. Richiudere il panzerotto a forma di mezzaluna e sigillare bene i bordi esercitando una leggera pressione con le dita. Ripiegare l’impasto verso l’interno e utilizzare i rebbi di una forchetta per sigillare ulteriormente.

  6. 6.

    A questo punto tuffarli nell’olio bollente e rigirarli spesso su entrambi i lati in modo da dorarli uniformemente. Toglierli con una schiumarola e porli su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso. Servire i panzerotti pugliesi ben caldi.

Varianti

Panzerotti pugliesi di patate

I panzerotti pugliesi di patate sono golosissimi e si preparano molto semplicemente facendo bollire le patate e schiacciandole quando sono ancora calde. Successivamente si fanno freddare e si aggiungono le uova, il parmigiano, l’origano, la menta, il sale e il pepe.
In ultimo si unisce anche il pangrattato fino ad ottenere un composto non molto morbido.  A questo punto si prendono piccole parti di impasto e si arrotolano fra le mani, quindi si passano nella farina e poi si friggono in abbondante olio bollente.
Si tolgono dall’olio con una schiumarola e si pongono su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso, quindi si servono.

Panzerotti pugliesi con il bimby

I panzerotti pugliesi si preparano anche col bimby, vediamo insieme come fare. Versare il latte nel boccale e scaldare a 50° per 40 secondi a velocità 1. Unire il lievito e lo zucchero e amalgamare il tutto a velocità 3 per 30 secondi.

Unire la farina, l’olio e il sale e continuare a mescolare a velocità 6 per 40 secondi e successivamente per 3 minuti a velocità spiga. Porre l’impasto ottenuto in una ciotola e farlo lievitare per almeno 2 ore in luogo caldo.

Trascorso il tempo di lievitazione, formare le palline e porle su una spianatoia infarinata. Farle riposare per almeno 30 minuti e nel frattempo preparare il ripieno tritando la mozzarella e preparando la salsa di pomodoro aggiustandola di sale e origano.

Stendere ogni pallina ricavando un disco e farcire ognuno di essi con il ripieno. Richiuderli molto bene e friggerli in olio ben caldo. Toglierli dall’olio, eliminarne l’eccesso ponendoli su carta assorbente e servire i panzerotti ben caldi.

Panzerotti pugliesi al forno

I panzerotti pugliesi al forno sono la variante più leggera dei classici panzerotti fritti. Si preparano versando la farina sul piano da lavoro e creando la fontana. All’interno vengono inseriti l’olio, il lievito sciolto in poca acqua tiepida e il sale.

A questo punto si inizia ad impastare il tutto unendo l’acqua rimanente a filo e si continua a impastare fino a quando non si ottiene un composto liscio e omogeneo. Ora si divide l’impasto in palline e si lasciano lievitare al caldo per almeno 1 ora.

Trascorso il tempo di lievitazione, si riprende l’impasto, si ottengono dei dischi da ogni pallina e si procede alla farcitura di ognuno di essi. Si sigillano molto bene e si pongono su una teglia da forno ben distanziati fra loro.

Si lasciano lievitare nuovamente per circa 40 minuti, quindi si fanno cuocere a 180° per circa 20 minuti. Trascorso il tempo di cottura sforniamo, lasciamo raffreddare e serviamo.

Curiosità e consigli

  • I panzerotti pugliesi possono essere congelati e fritti senza necessariamente scongelarli. 
  • Per gustarli appieno vanno consumati subito o al massimo in giornata.
  • Se avanzano, si conservano per un giorno al massimo e si riscaldano in forno. 
  • I panzerotti possono essere gustati anche nella variante dolce con nutella o marmellata. 
  • Possono essere cotti anche al forno a 200° per circa 20 minuti. In questo modo otterrete dei panzerotti più leggeri.