Dettagli ricetta

Preparazione

30 minuti

Difficoltà

Cottura

2 ore e 30 minuti

Costo

Dosi

per 4 persone

Stagioni

Autunno Inverno Primavera Estate

Pasta alla mugnaia

La pasta alla mugnaia è un primo piatto tipico abruzzese. Originaria del mondo contadino, la pasta fresca viene realizzata attraverso dei movimenti della mano che richiamano la mungitura.

La pasta alla mugnaia viene condita con un sugo a base di carne di maiale, vitello e agnello, che lascia a bocca aperta tutti i palati.

Il nome del piatto deriva dai mulini ad acqua che si trovavano nella Valle del Fino, tra la provincia di Pescara e Teramo. Il lento lavoro dei mulini riusciva a macinare il grano tenero realizzando un’ottima farina, materia prima fondamentale per la creazione del piatto.

La pasta alla mugnaia, infatti, viene realizzata a mano, lavorando la farina di grano duro con la semola e le uova. La forma caratteristica, come un cordone allungato, è frutto di un lavoro manuale che richiama la mungitura delle vacche.

Durante il Medioevo, la pasta alla mugnaia era servita in bianco, con un sugo fatto di aglio, olio e peperoncino. Oggi, viene accompagnata da un sugo molto ricco e gustoso.

In estate, a Elice, la città che rivendica l’origine della pasta alla mugnaia, viene organizzata una sagra un evento che rievoca il sapore e la magia di questo antica ricetta.

Un altro piatto tipico della domenica abruzzese sono le pallotte cacio e ova. Vi riproponiamo la nostra ricetta:

Pallotte cacio e ova

Quando preparare questa ricetta?

La pasta alla mugnaia è un piatto perfetto per riscoprire il piacere della buona tavola con ingredienti semplici e genuini.

Preparazione

  1. Cominciate dalla preparazione della pasta. Su una spianatoia di legno versate la farina e la semola, unite le uova, un pizzico di sale e impastate con le mani.

  2. Lavorate energicamente realizzando un impasto omogeneo. Stendetelo, e tagliate tanti cordoni spessi 1/2 cm, strisce piuttosto lunghe per creare la pasta. Lasciatela riposare su un piano.

  3. Preparate il sugo. In una pentola inserite sedano, peperone, carota e cipolla tritati, facendoli soffriggere con olio di oliva per qualche minuto.

  4. Aggiungete la carne di vitello, agnello e maiale tritata o a piccoli pezzetti. Fate rosolare per alcuni minuti mescolando con un cucchiaio e facendo sfumare con un bicchiere di vino rosso.

  5. Inserite la polpa di pomodoro, diluite con un bicchiere d’acqua e coprite con un coperchio. Cuocete, a fuoco lento, per circa 2 ore.

  6. Cuocete la pasta fresca in abbondante acqua bollente, scolatela al dente e conditela con il ragù di carne. Servite caldo, con l’aggiunta a piacere di parmigiano o pecorino.

Varianti

Pasta alla mugnaia in bianco

La pasta alla mugnaia può essere realizzata anche in bianco. Aggiungete due bicchieri di vino alla ricetta e cuocete senza polpa di pomodoro.

Curiosità e consigli

  • Potete condire la pasta alla mugnaia con abbinamenti particolari: zucca e speck, radicchio, frutti di mare.
  • Il trito di verdure, oltre ai peperoni, può aggiungere anche le melanzane.