diredonna network
logo
Ricetta: Timballo di pasta

Rame di Napoli

Baci di Alassio

Speculoos

Topinambur al forno

Tagliatelle al forno

Cotton cake

Cipolline in agrodolce

Filetto alla Rossini

Carne alla Genovese

Zucchine alla poverella

Timballo di pasta

Dettagli ricetta

Preparazione

40 minuti

Difficoltà

Cottura

1 ora e 15 minuti

Costo

Dosi

per una tortiera di diametro 28 cm

Stagioni

Ingredienti

Per una tortiera di 28 cm di diametro:
Per la basta brisèe:
Per le polpette:

Timballo di pasta

Voglia di un piatto extra gustoso? Il timballo di pasta è ciò che fa per voi, un piatto ricco e sostanzioso avvolto in un croccante scrigno di pasta brisée. Il timballo di pasta prende il nome dallo stampo in cui viene cotto e la tradizione di racchiudere la pasta nella pasta brisée ha origini molto antiche. Sembra, infatti, sia nata nel XIV secolo e sia sopravvissuta fino ai giorni nostri.

La ricetta che andiamo a proporvi adesso è a base di pasta corta, penne o maccheroni, condita con piselli e salsiccia alternati a strati di sugo con polpettine fritte e mozzarella fior di latte. Il tutto viene poi ricoperto da un sottile strato di pasta brisée che dona una nota croccante al piatto finito. Seguiteci per scoprire la ricetta completa!

Quando preparare questa ricetta?

Il timballo di pasta si prepara in occasione di un pranzo o una cena festivi o per un’occasione importante.

Preparazione

  1. 1.

    Per prima cosa preparate la pasta brisée, quindi mettete la farina in un mixer insieme al burro a pezzi e a un pizzico di sale. Frullate il tutto fino a ottenere un composto sabbioso. Disponete il composto su un piano da lavoro ben freddo e fate la fontana, quindi impastate velocemente aggiungendo acqua fredda quanto basta fino a che non avrete ottenuto un impasto ben compatto ed elastico.

  2. 2.

    Coprite il panetto con un foglio di pellicola e lasciate riposare in frigorifero per almeno 40 minuti. A questo punto dedicatevi alla preparazione del sugo. Sgranate la salsiccia con le mani e mettetela a cuocere in una padella antiaderente per qualche minuto fino a che non avrà preso colore, dopodiché unite i piselli e mescolate bene i due ingredienti.

  3. 3.

    Aggiungete un mestolo di brodo e lasciate cuocere il tutto per altri 30 minuti a fuoco medio, ricordando di mescolare spesso in modo da non far attaccare la carne al fondo della padella. Trascorso il tempo di cottura, spegnete il fuoco e mettete tutto da parte. In un altro tegame mettete la cipolla tritata con dell’olio extravergine d’oliva e fatela imbiondire per un paio di minuti a fuoco dolce.

  4. 4.

    Unite la salsa di pomodoro e proseguite la cottura per circa 15 minuti. Nel frattempo preparate le polpettine, quindi in una ciotola versate la carne di maiale insieme al parmigiano e alla mollica di pane. Unite le uova, il prezzemolo, il sale e il pepe e mescolate tutti gli ingredienti impastando con le mani fino a ottenere un composto omogeneo.

  5. 5.

    Formate le polpettine e disponetele su un vassoio ricoperto di carta da forno. Quando tutte le polpettine saranno pronte, mettetele a cuocere nel sugo per altri 15 minuti a fiamma bassa. Riempite una pentola capiente di acqua e portatela a bollore, quindi cuocetevi la pasta e scolatela al dente.

  6. 6.

    Unite alla pasta un mestolo abbondante di sugo con le polpettine, e un mestolo di piselli e salsiccia. Affettate sottilmente una mozzarella e tirate fuori dal frigo la pasta brisée. Stendetela con un matterello in due sfoglie sottili. Prendete una tortiera del diametro di 28 cm e foderatene il fondo con una sfoglia di pasta brisée.

  7. 7.

    Bucherellatene la superficie con i rebbi di una forchetta e componete il timballo realizzando degli strati di pasta, polpettine al sugo, mozzarella e di nuovo pasta. Proseguite in questo modo fino a esaurimento di tutti gli ingredienti, quindi spolverizzate la superficie con abbondante parmigiano grattugiato.

  8. 8.

    Ricoprite la superficie con la seconda sfoglia di brisée ed eliminate la pasta in eccesso ai bordi. Sigillate molto bene la pasta praticando una lieve pressione con le dita su tutto il bordo. Bucherellate la seconda sfoglia in modo da permettere al vapore di fuoriuscire durante la cottura.

  9. 9.

    Sbattete il tuorlo in una ciotolina insieme alla panna e spennellatelo su tutta la superficie del timballo. Cuocete il timballo in forno preriscaldato a 180°C per 45 minuti o comunque fino a che la pasta brisée non risulterà ben dorata. Trascorso il tempo di cottura sfornate il timballo di pasta e lasciatelo intiepidire, quindi servitelo in tavola.

Varianti

Timballo di pasta e melanzane

Il timballo di pasta e melanzane si prepara sistemando le stesse ben affettate in uno scolapasta. Cospargetele quindi di sale e fatele spurgare per almeno mezz’ora. Mettete la carne macinata in una ciotola insieme al grana, all’aglio tritato, al prezzemolo, al pangrattato, all’uovo, al sale e al pepe.

Mescolate molto bene il tutto e preparate le polpettine, quindi friggetele in olio ben caldo e toglietele quando sono ben dorate. In un tegame a parte rosolate mezza cipolla con del burro e unite i pelati spezzettati, il sale, il pepe e qualche foglia di basilico.

Cuocete il sugo per 20 minuti. In un altro tegame rosolate mezza cipolla con il burro e la pancetta, quindi unite i piselli e un mestolo di acqua calda. Regolate di sale e proseguite la cottura per 10 minuti. Togliete il sale dalle melanzane e grigliatele, quindi cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela al dente.

Conditela con il sugo e le polpettine preparate in precedenza. Rivestite uno stampo per timballi con della carta da forno imburrata e spolverizzata di pangrattato, quindi mettete sul fondo uno strato di pasta e ricopritelo con melanzane e grana. Realizzate uno strato con fette di mozzarella, piselli e grana.

Ripetete gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti e ricoprite la superficie con un foglio di carta da forno. Infornate in forno preriscaldato a 180°C per 35 minuti, quindi sfornatelo e servitelo tiepido in tavola.

Timballo di pasta in crosta

Il timballo di pasta in crosta si prepara tritando finemente la cipolla, la carota e il sedano e ponendo il trito ottenuto in una pentola con l’olio extravergine d’oliva. Lasciatelo appassire per qualche minuto e unite il macinato facendolo soffriggere. Sfumatelo con del vino bianco a fiamma alta in modo che la parte alcolica possa ben evaporare.

Unite il concentrato di pomodoro, la passata, l’alloro e i chiodi di garofano quindi regolate di sale e pepe. Lasciate cuocere a fuoco molto basso per almeno 2 ore e nel frattempo impastate la carne in una ciotola con il pane, il prezzemolo, il parmigiano e l’uovo. L’impasto dovrà avere una consistenza soda ma morbida.

Unite il sale e il pepe e formate le polpettine che andranno fritte in olio ben caldo. In un tegame a parte preparate la besciamella come di consueto e mettetela da parte non appena avrete terminato di prepararla. Lessate la pasta in abbondante acqua salata scolandola a metà cottura.

Nel frattempo rivestite uno stampo rotondo con un rotolo di pasta sfoglia e bucherellatene il fondo. Preriscaldate il forno a 200°C e nel frattempo condite la pasta con il ragù e il parmigiano grattugiato. Versate all’interno della tortiera metà della pasta e aggiungete in superficie le uova, il caciocavallo, i piselli e le polpettine.

Ricoprite con la pasta rimanente e disponetevi sopra la besciamella, quindi ricoprite tutto con un altro disco di sfoglia e bucherellatene la superficie. Sigillate bene i bordi e spennellate tutta la superficie con un tuorlo d’uovo sbattuto.

Cuocete in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti o comunque fino a che la sfoglia non risulterà ben dorata. Sfornate il timballo e lasciatelo riposare per circa 5 minuti, quindi servitelo in tavola ben tiepido.

Timballo di riso con prosciutto e provola

Il timballo di riso con prosciutto e provola è un’alternativa molto gustosa e diversa dal classico risotto a cui siamo abituati. È semplicissimo da preparare e all’interno troverete un cuore goloso di prosciutto cotto e provola, che lo renderà parecchio delicato.

Può essere preparato per svariate occasioni, anche in anticipo. Seguite la nostra ricetta per prepararlo e scopritene la bontà!

Timballo di riso alla siciliana

Il timballo di riso alla siciliana è sicuramente uno dei piatti più tradizionali della Sicilia, dopo le melanzane alla parmigiana e la cassata siciliana. È un primo piatto ricco e scenografico e per questo motivo viene servito come piatto unico.

Nei timballi siciliani ciò che non manca mai sono il primo sale e il pecorino, ovviamente insieme alle melanzane! Vi abbiamo incuriosito? Preparatelo con la nostra ricetta!

Timballo di riso con formaggi e piselli

Il timballo di riso con formaggi e piselli è un primo piatto davvero molto buono da preparare e considerato un ottimo svuota frigo, perché può essere preparato con tutti gli avanzi che troviamo nel nostro frigorifero!

Come la ricetta che vi abbiamo spiegato nell’articolo, anche il timballo di riso con formaggi e piselli può essere preparato in crosta. Seguite la nostra ricetta per prepararlo!

Curiosità e consigli

  • Il timballo di pasta si conserva in frigorifero chiuso in un contenitore ermetico per un paio di giorni.
  • Il timballo di pasta può essere congelato da cotto, conservandolo in un contenitore ermetico. Per farlo scongelare si tira fuori la sera prima e lo si fa scaldare in forno statico per 20 minuti.
  • Il timballo di pasta si può arricchire con delle uova sode, della besciamella o della pancetta a cubetti.
  • Se non vi piacciono i piselli potrete tranquillamente ometterli e al posto della salsiccia potrete utilizzare della pancetta o dell’altra carne macinata.
  • Sbizzarritevi anche con i formaggi! Potrete utilizzare provola, caciocavallo, scamorza o altri tipi di formaggio al posto della mozzarella.